venerdì, Maggio 24, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsIntervistePaola Di Leo e la sua “Gocce Di Pioggia”. Intervista

Paola Di Leo e la sua “Gocce Di Pioggia”. Intervista

Paola Di Leo è una cantante cantautrice italiana che vive a New York. Polistrumentista, suona e scrive canzoni accompagnandosi con chitarra e pianoforte. Abbiamo scambiato due chiacchiere con lei in occasione dell’uscita del singolo “Gocce Di Pioggia”.

Come è iniziato il tuo viaggio artistico?

La musica mi ha sempre accompagnata durante la mia vita sin da piccolissima. Quando mia madre era incinta di me mi racconta sempre che mi faceva ascoltare Mozart. Crescendo mia madre mi ha indirizzato alla musica jazz, mentre mio padre mi ha dato un’educazione musicale più rock. Negli anni ho preso lezioni di diversi strumenti, imparando a suonare il flauto traverso, la chitarra, la batteria e infine prendendo lezioni di canto. Mentre per il pianoforte sono autodidatta. Per me la musica è terapeutica e rappresenta il modo migliore per esprimermi. La musica è comunicazione e sentimento, pura emozione e liberazione. Adoro scrivere le mie canzoni, sia i testi che la musica. Ho fatto uscire il mio primo singolo Better Day a dicembre 2018 e poi ho firmato il mio primo contratto discografico con l’Honiro Label e fatto uscire il mio primo EP Break Free nel 2020. La pandemia è stata molto difficile per me, non sapevo come muovermi dato che ero appena uscita come cantautrice emergente. Questo nuovo anno sono tornata, ho in programma di far uscire tanta nuova musica in questo 2023. Ho finalmente fatto uscire un nuovo brano da indipendente, Speed, il mio ultimo in inglese, poi è uscita Momento Distratto, la mia prima canzone Italiana, e ora Gocce Di Pioggia! Un brano a cui tengo moltissimo, è davvero molto personale.

Qual è stata la prima canzone che hai imparato a suonare alla chitarra?

Avevo 7 anni quando chiesi la mia prima chitarra a babbo Natale. Vedevo sempre mio padre suonare la chitarra quindi ne ero molto affascinata. Ed è stato proprio lui a insegnarmi a suonare le prime note e melodie. La prima canzone che mi ha insegnato è stata smoke on the water dei Deep Purple in versione semplificata.

Quando hai composto la tua prima canzone?

Scrivo canzoni da quando sono piccolissima. Ricordo che quando avevo uno dei miei primi telefoni cellulari all’età di nove anni, ho composto delle brevi melodie per personalizzare le suonerie dei miei familiari più cari. Per esempio, quando mi chiamava mi zia partiva come suoneria una registrazione fatta da me al telefono in cui cantavo una canzone che parlava di lei.

Quando finisci di produrre un brano chi lo ascolta per primo?

Quando finisco di produrre un brano le prime persone che lo ascoltano in anteprima sono le mie amiche più strette, il mio ragazzo, e mia madre.

Come ti rapporti con la scena musicale della tua città?

Da più di tre anni vivo a New York. La scena musicale di questa città è molto ampia. Ci sono tantissime opportunità e musicisti straordinari e di talento. Sono in contatto con artisti e studi in cui lavoro regolarmente. Mi piace esibirmi in locali a Manhattan, per esempio un paio di settimane fa mi sono esibita in un acoustic show in un locale che si chiama baby brasa. Adoro cantare e suonare dal vivo, e mi piace il rapporto con il pubblico e portare la mia energia sul palco.

È uscito da poco il tuo nuovo singolo, da cosa è stato ispirato?

“Gocce Di Pioggia” è molto esplosivo e potente come brano, sia per le parole che per l’arrangiamento, ma allo stesso tempo ha una tematica triste e malinconia. È un brano intimo e personale che parla di una storia d’amore finita e della rabbia e la frustrazione che ne derivano. È un brano nato dalla mia esigenza di esprimermi durante un periodo triste e delicato per la mia esperienza personale legata alla fine di una mia relazione. Ho scritto questa canzone con un arpeggio alla chitarra e vorrei comunicare come mi sono sentita quando ho scritto la canzone, sperando che anche altri ascoltatori possano ritrovarsi. Con “Gocce Di Pioggia” vorrei tramettere molta energia, un’energia legata però alla malinconia. In questa canzone cerco di canalizzare la mia tristezza e rabbia e trasformarla in qualcosa di creativo, è stato anche un processo catartico, spero quindi di regalare sensazioni simili a chi ascolta il brano.

Dove ti porterà il tuo amore per la musica? Su cosa stai lavorando?

Mi porterà a continuare a scrivere canzoni e a lavorare a prossimi progetti. Gocce di Pioggia e Momento Distratto sono i primi singoli del mio EP italiano che si chiama “Sola, Ma Non in Solitudine”. Il singolo preannuncia la tematica dell’EP e lo stile. Sono molto felice di questo mio progetto e non vedo l’ora di farlo sentire a tutti! Nei prossimi mesi usciranno quindi gli altri brani dell’EP.

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -