domenica , Gennaio 17 2021

Nasce la Falù Gis Ottaviano! Il General Manager Salvati:”La Gis è la mia famiglia! Vogliamo essere ambiziosi!”

Per la Gis Pallavolo Ottaviano è il momento di rimodellare la denominazione. Nasce il binomio Falù Gis Ottaviano, grazie all’imprenditore Fabio Salvatiche ha legato la neonata Falù, spinoff della VI.SA. nel settore delle macchine da caffè in cialde per uso domestico che fa dell’innovazione, del design ricercato e dei materiali nobili come l’acciaio inox i suoi punti di forza, alla squadra del suo cuore. 

Fabio, dopo tanti anni vicino alla Gis Ottaviano, la tua azienda si pone come Main Sponsor di questa stagione. Dove nasce questa idea e perchè?

La mia vicinanza alla GIS ha radici lontane e molto personali come atleta tesserato sin dai tempi della mia adolescenza ed oggi come papà di 2 ragazzi delle giovanili. Quando poi il mio percorso imprenditoriale me lo ha permesso è stato per me naturale il voler essere vicino alla “MIA” squadra, indipendentemente dai risultati all’epoca raggiunti. E come ogni percorso virtuoso di crescita sana e ponderata altrettanto naturalmente sono maturate le condizioni per un impegno più forte e importante.

In un momento complicato come questo, investire nello sport diventa sempre più raro. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta?

L’estrema delicatezza del momento storico che stiamo vivendo impone ai capitani d’azienda come me scelte estremamente ponderate per la salvaguardia del futuro delle nostre imprese. Allo stesso tempo però è proprio nei momenti difficili che bisogna riuscire a guardare più lontano degli altri, cercando strade e motivazioni che la maggior parte delle persone non vedono. Investire in uno sport sano come la pallavolo significa puntare su una crescita che investa dai settori giovanili fino alla prima squadra, il cui compito è quello di essere faro per tutte le ragazzine ed i ragazzini che si appassionano a questo sport. Ed è proprio il riconoscersi in questo paradigma che mi ha spinto ad investire in questo sport, legando al nome della GIS il futuro di Falù, neonata spinoff della VI.SA. nel settore delle macchine da caffè in cialde per uso domestico che fa dell’innovazione, del design ricercato e dei materiali nobili come l’acciaio inox i suoi punti di forza.

Ti vediamo al Palazzetto quasi tutte le domeniche, cosa ti trasmette la Pallavolo e la Gis?

I notevoli impegni aziendali non mi consentono di essere fisicamente vicino alla mia squadra quanto vorrei, ma le partite casalinghe sono per me un momento imprescindibile della mia passione pallavolistica. Essere presente per i nostri atleti, per la società e per i dirigenti, essere in mezzo alla nostra gente è per me motivo di orgoglio. Le persone presenti sugli spalti la domenica sono ormai una vera e propria famiglia della quale mi onoro di far parte.

Se un imprenditore investe ha sicuramente dei progetti futuri, ti suggerisco due argomenti: Palazzetto a Ottaviano e sognare di andare ancora più in alto in A?

Il palazzetto di Ottaviano, la nostra casa pallavolistica, è un cruccio per tutti noi appassionati che di pari passo con il sogno della seria A ci siamo visti costretti ad emigrare altrove. Sicuramente un sogno nel cassetto sarebbe quello di veder rinascere il palazzetto a nuova vita per tornare ad ospitare la nostra gente e i nostri ragazzi, ed è per questo che oltre all’impegno personale ed aziendale stiamo sollecitando ed interfacciando la nostra amministrazione comunale affinché la città di Ottaviano possa tornare a godere appieno dei risultati raggiunti dai nostri ragazzi. Ovviamente come connaturato al mio DNA di imprenditore ogni risultato raggiunto è solo un nuovo punto di partenza per nuovi e più ambiziosi risultati per cui ………mai dire mai!

Alessandro Testa

image_printStampa Articolo

Chi è Alessandro Testa

Classe 1984, è ingegnere e allo stesso tempo critico cinematografico e appassionato di cronaca e giornalismo. Dal 2019 collabora per StreetNews.it!

Leggi anche

Trento dice di no, la Kioene non passa

Non riesce a raccogliere punti la Kioene Padova, che in quel di Trento si arrende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: