venerdì , Gennaio 22 2021

Milano si prepara al big match con Civitanova


MILANO – Prima gara casalinga del 2021 per l’Allianz Powervolley che, dopo un inizio in salita di anno nuovo, si prepara alla supersfida che domenica (h 19.30) vedrà opposta la Cucine Lube Civitanova ai meneghini. Importante banco di prova per Milano che, dopo gli stop con Verona e Trento, proveranno ad invertire la rotta di questo periodo.

Testa bassa e lavorare: è stato questo il monito che ha accompagnato Piano e compagni in questi pochi giorni a disposizione per riprendere e recuperare il miglior ritmo in allenamento. L’Allianz Powervolley cercherà di ripartire dagli aspetti positivi che le gare con Verona e Trento hanno lasciato in dote al coach Roberto Piazza e allo staff tecnico. Nell’ultimo match contro i dolomitici Milano ha avuto grande piglio fino al 18 pari del primo set, salvo poi cedere sotto i colpi degli avversari. Nella sfida contro i marchigiani però il tecnico Piazza potrà tornare a fare affidamento su Tine Urnaut: lo schiacciatore sloveno, assente con Trento perché tesserato nel girone di ritorno, era stato uno dei migliori nel match esterno con Verona (26 punti e best scorer) e sarà di nuovo del match con la Lube per dare ulteriore qualità ed esperienza alla squadra. Dall’altra parte della rete il livello però sarà alto: Juantorena, Simon, Leal, De Cecco sono solo alcuni dei nomi di cui può disporre Civitanova. Il pronostico penderà ovviamente dalla parte dei cucinieri, ma i pronostici sono fatti per essere sovvertiti e Milano farà di tutto per mettere in campo una prestazione determinata e concreta, con poche sbavature e tanta attenzione: sarà proprio l’atteggiamento uno degli aspetti principali del confronto con l’Allianz Powervolley chiamata a dare un segnale sotto questo punto di vista.

«Domenica ci aspetta un’altra grande sfida con Civitanova  analizza alla vigilia il canadese Stephen Maar –: conosciamo tutti la forza della Lube, è una squadra molto forte. Come Trento, anche i loro punti di forza sono il servizio ed il muro, oltre che l’attacco. In questi giorni abbiamo lavorato e lavoreremo tanto sulla nostra ricezione, sul nostro attacco e sul nostro approccio alla partita. Ognuno di noi dovrà mettersi al servizio della squadra e dare il suo contributo: anche io ho bisogno di cambiare un po’ la mia mentalità per recuperare energia e per fare meglio per la squadra per andare avanti».

Alessandro Testa

image_printStampa Articolo

Chi è Alessandro Testa

Classe 1984, è ingegnere e allo stesso tempo critico cinematografico e appassionato di cronaca e giornalismo. Dal 2019 collabora per StreetNews.it!

Leggi anche

La Tonno Callipo illude nel primo set. Poi Monza riemerge e vince di forza (3-1)

Vince il primo set e poi cede la Tonno Callipo sotto i colpi di Lagumdzija (26 punti) …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: