domenica, Aprile 21, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsCultura ed EventiLa Pozzuoli del passato rivive tra realtà e leggende con Pako Ioffredo

La Pozzuoli del passato rivive tra realtà e leggende con Pako Ioffredo

Tutto esaurito per il primo spettacolo di Teatro alla Deriva alle Stufe di Nerone.

Teatro Alla Deriva – edizione 2023 ha incassato, domenica scorsa, un promettente sold-out già con il primo spettacolo del cartellone. Sulla “zattera” delle Stufe di Nerone, a Bacoli, è andato in scena quello che si potrebbe definire il teatro flegreo tout court. Stiamo parlando di TERRA (cantata in dialetto puteolano) di Pako Ioffredo, artista eclettico puteolano, che vanta peraltro collaborazioni con lo scrittore francese Daniel Pennac. Sul palco galleggiante, a dar man forte allo stesso Ioffredo e a Demi Licata la voce e la musica di Pino Ruffo. Una Pozzuoli di un passato non troppo remoto, reale ma filtrata, attraverso uno sguardo trasognato, in una dimensione onirica, ai confini della leggenda, emerge in una serie di quadretti che si avvicendano e si richiamano tra di loro, in modo sottile, mediante il leitmotiv del legame carnale con la Terra. Quadretti scanditi e intervallati da intensi brani musicali, intonati dalla energica voce del polistrumentista Ruffo, voce che urla l’attaccamento al suolo natio. Vi si stagliano, in forme icastiche e viscerali, personaggi nettamente caratterizzati: il sindaco che, nel momento dello sgombero coatto del Rione Terra, avvento, a causa del bradisismo, nel marzo del 1970, di ritorno da Roma, si precipita nella sua città, sconcertato e impotente; le due vicine che dialogano sguaiatamente di vicende ordinarie, in un dialetto dagli imprevedibili risvolti comici, complice la crassa ignoranza di una delle due; la donna visionaria che vede gli spiriti delle anime del Purgatorio; il pescatore che rievoca un tragico episodio del passato, quando andò a fuoco il Duomo di Pozzuoli, drammatico evento a cui assisté dal mare. E altri ancora – contrabbandieri, un femminiello desiderato e al tempo stesso discriminato, un uomo ammalatosi sul luogo di lavoro, che muore orgogliosamente comunista – vanno a popolare un mondo in sismico fermento, dove tragedia e commedia si intrecciano, e dove un ruolo di primo piano rivestono la musica e il canto. Ioffredo sfrutta al meglio le potenzialità foneticamente tragicomiche del dialetto puteolano, che vuole assurgere quasi al ruolo di lingua, creando una pièce assolutamente originale e coraggiosa, filologicamente studiata e rimaneggiata nei suoi dettagli, finanche nella metrica e nelle rime baciate o nell’utilizzo di termini desueti o dal sapore arcaico, talora difficilmente comprensibili anche per chi non è avulso dal contesto puteolano. Soprattutto ha buon gioco nell’attingere a piene mani al serbatoio delle tradizioni popolari puteolane, riplasmandole e riannodandole per creare un prodotto che suona inedito. Piena padronanza attoriale e canora, nonché indiscussa presenza scenica mostra Demi Licata, che dispiega una incredibile dimestichezza nell’uso del dialetto puteolano, di cui riesce a far esaltare efficacemente le multiformi sfumature. Elementi tutti che concorrono a fare dello spettacolo, prodotto da Cantiere Teatrale Flegreo – ENART, un unicum, un’opera autentica, che – senza alcun bisogno di strizzare l’occhio al macchiettismo, scontato e di facile presa, spesso associato all’idioma puteolano – rivendica con forza la dignità di un dialetto e – tramite il dialetto – di un popolo, orgogliosamente consapevole della sua unicità. Secondo appuntamento della rassegna domenica prossima, 9 luglio, con AMLETO (o il Gioco del Suo Teatro), liberamente tratto da Shakespeare, per la regia di Giovanni Meola, direttore artistico della kermesse, con Solene Bresciani, Vincenzo Coppola e Sara Missaglia.

Massimiliano Longobardo

Foto: Davide Russo

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -