venerdì, Giugno 14, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsRecensioni a Book e FilmIn libreria: "Se mi volessi bene veramente" di Claudio Canzanella

In libreria: “Se mi volessi bene veramente” di Claudio Canzanella

Il mondo della scuola visto attraverso lo sguardo attento e scanzonato di un insegnante.

Un insegnante di liceo, con molti anni di servizio alle spalle e con una gavetta iniziata nelle scuole materne dell’entroterra napoletano, ripercorre il suo lunghissimo e per certi aspetti rocambolesco vissuto e la sua esperienza maturata nella scuola, prima da alunno e poi da docente. È questo il filo rosso di Se mi volessi bene veramente, Cronache di scuola di Claudio Canzanella (Zora editore, 2022, 120 pp.), un vero e proprio divertissement letterario, il cui titolo contiene una citazione tratta dal notissimo brano Ciccio Formaggio di Nino Taranto: il piccolo Claudio lo intonava scherzosamente alla madre, deformandone le parole, per cercare di convincerla a non mandarlo a scuola. Sì, perché, a quanto pare, malgrado fosse stato un alunno modello, la scuola proprio non gli andava a genio. E se i ricordi della scuola materna sono opachi e sbiaditi (a parte un morso dato sul braccio di una maestra), nel periodo delle elementari campeggia in modo netto su tutte la figura della maestra suor Filomena (i nomi di tutti i personaggi reali che compaiono nel libro sono stati, per ovvi motivi, modificati dall’autore), le cui urla sono «un esercito vocale degno dei gorgheggi della Callas». Passando alla scuola superiore di primo e poi di secondo grado, la galleria dei personaggi della commedia umana canzanelliana prende corpo e si infittisce: dal professore di francese delle medie, che scorre su e giù con un dito l’elenco degli alunni da interrogare, seminando panico e angoscia, a quello di educazione fisica, che costringe il poco più che bambino e goffo Claudio a prove – per lui impossibili – di agilità e destrezza fisica; dalla rigidissima professoressa di discipline classiche (allora accorpate in un’unica cattedra) Ucciderotti, il cui nome nefasto non dà adito a dubbi, al professore di matematica Meola, che non si fa scrupolo di interrogare anche in orari extrascolastici; dal professore di storia e filosofia Scalone, appassionato del suo lavoro, alla professoressa di greco, negli ultimi due anni di liceo, signorina Furcaro, presa di mira per il suo strano e ibrido accento. Siamo alla fine degli anni ’70, periodo segnato da cambiamenti epocali, anni in cui si vive un clima di tensione e di lotte, destinate a cambiare radicalmente il volto di una scuola che nel frattempo è investita sempre più dal turbine delle rivendicazioni studentesche.

Capitoli a sé del libro sono dedicati ai dirigenti, all’esperienza di Canzanella come docente, ai colleghi, ai collaboratori scolastici (il cosiddetto bidellame) e al personale di segreteria. Tra i dirigenti spiccano il direttore Niola, che liquida con nonchalance e ironia anche i problemi più seri, e la preside Di Fondo, talora scambiata per una bidella per il suo abbigliamento trasandato, che sembra bene interpretare il cambiamento in atto nella scuola, un cambiamento che sta trasformando progressivamente il dirigente in un manager aziendale. Estremamente ricca la casistica di ritratti umani che emergono nell’esperienza di Canzanella come docente in scuole di tutti i gradi: dalle mamme che fanno irruzione in classe in vestaglia e pantofole, agli studenti, che, loro malgrado, si rendono protagonisti di strafalcioni e gaffe, anche all’esame di maturità. Per non parlare di eventi divenuti oramai un must nel mondo scolastico, come l’open day, che per l’autore si è ridotto a «una fiera, una gara forsennata con le altre scuole per accaparrarsi alunni». Se Canzanella si sofferma, diplomaticamente quasi solo en passant, sui colleghi e sul personale di segreteria, ampio (o meglio ampioso) spazio viene dedicato al bidellame, nel cui alveo si stagliano figure indimenticabili, come Cioci, che recita a memoria la Divina Commedia, Martino, il custode che si vanta degli incontri appassionati con l’amante polacca, e soprattutto la Baronessa, da tutti temuta per la sua sanguigna irruenza, lei che, nella sua genuinità popolare, involontariamente storpia parole e crea neologismi, scatenando imprevedibili effetti comici. Con Cronache di scuola Canzanella attinge a piene mani a ricordi commossi e commoventi, alcuni anche lontani nel tempo, nel tentativo di ricostruirne il senso logico e di ricomporli in una forma coerente e organica. Ne viene fuori un libro scritto in uno stile divertito, colorito e accattivante, in grado di conquistare da subito il lettore: questi arriva, più che a immaginare, a vivere materialmente quelle esperienze, benché non le abbia conosciute da vicino. Tra le pagine del libro traspare in modo chiaro una forte dedizione alla professione di docente. Per quanto il ruolo dell’insegnante nel tempo sia stato svilito e in qualche caso mortificato, tuttavia, nell’animo dell’autore è rimasto privo di scalfitture e praticamente immutato il vivo desiderio di trasmettere ai propri alunni l’amore per l’Arte e per il Bello.

Massimiliano Longobardo

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -