giovedì , Agosto 13 2020

In attesa della pubblicazione per le nuove GPS e GI, i docenti precari chiedono meritocrazia e rispetto

Tra pochi giorni saranno pubblicate le graduatorie provinciali e di istituto, uniche possibilità reali per i docenti precari, soprattutto gli storici, di essere convocati e svolgere la professione che da anni portano avanti con sacrifici. Con le nuove indicazioni del Ministero e le modifiche delle tabelle di valutazione per i titoli e i punteggi, ancora una volta i docenti vedono infrangere i propri sogni a causa di decisioni non rispettose per chi come loro, con anni di servizio, svolge il proprio compito con dignità e dedizione.

Gli insegnanti con più anni di servizio che negli ultimi anni si sono distinti e hanno garantito il funzionamento della scuola statale non possono ricevere l’ennesima “porta in faccia”, solite decisioni che costringono a dover rimandare la costruzione del loro futuro. Nonostante la precarietà, i docenti non si sono mai sottratti alle proprie responsabilità, con passione ed entusiasmo, non hanno mai smesso di investire nella formazione, cercando di essere sempre all’altezza del ruolo ricoperto e soprattutto cercando di non deludere mai le famiglie che affidano i loro figli con fiducia.

Il parere del CSPI: “occorre porre la massima attenzione nei confronti delle legittime aspettative di tanti precari che hanno maturato e acquisito titoli sulla base della normativa attualmente vigente e che, in base alle nuove disposizioni, vedrebbero improvvisamente stravolta la propria posizione in graduatoria”.


I sindacati stanno lavorando per cercare un confronto con il Ministro Lucia Azzolina e sottolineare che gli insegnanti sono delle persone, non numeri e dietro le persone ci sono le famiglie.

a cura di Michele Vario

image_printStampa Articolo

Chi è Michele Vario

Classe ’83, si specializza in Informatica e Telecomunicazioni e, successivamente, acquisisce specializzazioni e titoli nel settore Economico e del Turismo. Allenatore di giovani calciatori e collabora con diverse società di calcio. Professore di scuola media superiore per le discipline Tecnico – Scientifiche. Appassionato di cucina e interessato alle dinamiche della politica e della comunicazione, si specializza in ambito editoriale e di scrittura in qualità di Editor e Ghostwriter. Scrittore e Autore, ad aprile del 2020 pubblica il suo primo romanzo: I sogni svaniti - Casa Editrice del gruppo CSA Editrice. Ha ricevuto tre Benemerenze per alti meriti e un Encomio Solenne per un non comune spirito di servizio. Webmaster del suo blog personale: www.mvautore.com.

Leggi anche

Rilancio del litorale, Federica Turco: “E’ volano dell’economia, collaborare per valorizzare nostro territorio”

AVERSA – 72 chilometri quadrati di costa da rilanciare. E’ questo uno degli obiettivi del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat