fbpx
Home  /  StreetNews   /  COME I SOCIAL AUMENTANO L’ INFELICITÁ E L’INVIDIA

COME I SOCIAL AUMENTANO L’ INFELICITÁ E L’INVIDIA

Ormai i social network hanno pervaso la nostra vita quotidiana. Inizialmente il loro scopo principale era quello di mettere in contatto le persone, facilitare gli scambi di informazioni e mantenere le relazioni sociali, con il passare del tempo hanno invece facilitato comportamenti sbagliati con conseguenze sulle abitudini, sulle emozioni e sulla percezione di benessere nella vita quotidiana.

Diversi studi hanno evidenziato una correlazione tra utilizzo dei social network e infelicità.

Tenere il passo con i propri amici online diminuisce la percezione di soddisfazione della vita perché aumenta il sentimento di invidia associato ai contenuti mostrati nel social network. Sembra che aggiungere amici su Facebook aiuti a mantenere le relazioni ma leggere i post degli amici invece diminuisca il benessere perché aumenta l’invidia dovuta all’esposizione ad informazioni ostentate e talvolta esagerate.

Spesso ci si ritrova a leggere notizie futili svilendo cosìil nostro tempo e di conseguenza le nostre vite, inoltre sta diminuendo anche la nostra capacità di concentrazione.

Ad aggravare la situazione è la dipendenza che si crea dal social network in quanto ad ogni like ricevuto l’organismo rilascia dopamina, il neurotrasmettitore che regola il senso di gratificazione coinvolto nella creazione delle dipendenze.

In uno studio longitudinale fatto da Shkya e Christakis e pubblicato nel 2017, viene messa in evidenza l’associazione dell’uso di Facebook con il benessere quotidiano che ne risulta compromesso.

Questa ricerca si è protratta per tre anni dal 2013 al 2015 su circa 5.208 soggetti studiando la correlazione tra l’utilizzo di Facebook e delle relazioni sociali nel mondo reale collegate poi con la percezione della salute psico-fisica, la percezione della soddisfazione di vita e l’indice di massa corporea.

I risultati hanno evidenziato che l’utilizzo di Facebook è correlato negativamente con il benessere.

Inoltre il benessere mentale percepito sembra diminuire con i like messi ai contenuti degli altri, con gli aggiornamenti del proprio stato di Facebook, e con i clic su collegamenti ad altri siti o articoli.

I risultati di questa ricerca hanno anche evidenziato una compromissione delle relazioni sia offline che online in seguito all’utilizzo di Facebook.

E allora come disintossicarsi dai social e migliorare il proprio benessere?

Sarebbe buona abitudine ridurre l’utilizzo del social trascorrendovi meno tempo possibile e tenendo bene a mente che la felicità enfatizzata sui social non è reale ma si tratta di immagini e informazioni spesso non autentiche.

a cura della Dott.ssa Ilaria La Mura, psicologa