giovedì , 2 Aprile 2020

Acqua&Sapone Unigross ko a Pesaro, niente record

La striscia di vittorie dell’Acqua&Sapone Unigross si ferma a 12. Niente record, quindi, che resta in pugno alla Roma del 2002/2003.

 

Il destro improvviso di Gui al 2’ e il salvataggio di Jonas su Marcelinho qualche secondo dopo dimostrano che la partita non avrà un attimo di respiro. Al 3’ palo di Marcelinho con un sinistro rasoterra. Il Pesaro è aggressivo e collaudato dal tempo e dalle vittorie, l’Acqua&Sapone Unigross convinta dei suoi mezzi grazie alla recente striscia positiva. Esordio assoluto in nerazzurro per il pivot Fabinho dopo 3’ e mezzo.

Dall’altra parte, Colini lancia l’ex di turno De Oliveira a duellare con Avellino.

Ogni pallone giocato, in ogni zona del parquet, è una bomba ad orologeria pronta ad esplodere. Con il passare dei minuti, sale la pressione del Pesaro, sostenuto da un pubblico calorosissimo. All’8’ Borruto a destra sfugge a Gui e calcia, scheggiando la traversa.

Il break di Murilo a 10’30’’ fa respirare i nerazzurri, portando alla doppia conclusione di Calderolli. Ma non basta ad evitare il vantaggio pesarese. All’11’’ Salas spacca la partita con un sinistro chirurgico. I marchigiani sentono l’odore del sangue e non mollano la preda. Passano pochi secondi e arriva il raddoppio di Taborda, anche se fa tutto Borruto rubando e rifinendo il pallone per il connazionale. La squadra di Bellarte prova ad organizzare la controffensiva, ma Jesulito prima trova il palo al 13’, poi con un altro sinistro insidioso al 14’ non trova lo specchio. Ci prova anche Fabinho, al 16’, con la punta del sinistro, Miarelli in spaccata salva i suoi.

 

C’è un secondo tempo ancora da giocare, ma al primo episodio Pesaro triplica. Angolo per i nerazzurri, Fabinho cicca la palla del possibile 1-2 da due passi e finisce per lanciare involontariamente Borruto e Taborda verso la porta di Mammarella. Tocca al numero dieci segnare il 3 a 0 per la doppietta da ex. I padroni di casa vogliono chiuderla e spingono. Ne hanno l’opportunità al 6’, con un rigore concesso per fallo di Avellino su Borruto. Dal dischetto, Mammarella ipnotizza Salas e salva il punteggio. Bellarte chiama time out e prepara Jesulito portiere di movimento. Al primo tentativo, palla persa e Taborda segna dalla sua metà campo il poker del Pesaro al 7’. Arriva anche il quinto gol su azione personale di un imprendibile Borruto, i giochi sono chiusi già a metà tempo. La zampata di Gui nel finale per l’1-5 non scalfisce la netta affermazione dei padroni di casa.

 

Il Pesaro stacca i nerazzurri in classifica, archiviando forse in anticipo il discorso primo posto, e li supera nella classifica dei gol fatti, salendo a quota 106 e diventando il miglior attacco della serie A (ha anche la miglior difesa con 40 gol subiti). In casa nerazzurra bisogna voltare pagina già dal prossimo turno, contro il CMB Signor Prestito al Palarigopiano.

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Lutto nella famiglia dell’Acqua&Sapone Unigross

“Oggi la nostra grande famiglia piange la scomparsa di un caro amico, diun grande tifoso, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Powered by