fbpx
Home  /  Cultura & Territorio   /  “Un Calcio al bullismo”, al via le due giornate dedicate al progetto tema di studio nazionale del Multidistretto Lions 108 Italy

“Un Calcio al bullismo”, al via le due giornate dedicate al progetto tema di studio nazionale del Multidistretto Lions 108 Italy

Sono ai nastri di partenza le due giornate dedicate al service votato come tema di studio nazionale, per l’anno sociale 2019-2010, dai soci italiani del Muldistretto Lions Italy: “Un Calcio al Bullismo”. Si parte venerdì 7 febbraio 2020 (giornata nazionale contro il bullismo), dalle ore 9.00, presso l’I.T.I. “E. Barsanti” di Pomigliano D’Arco con il Torneo di Calcio tra le squadre delle scuole del territorio napoletano che sono state favorevoli all’iniziativa; si prosegue poi giovedì 13 febbraio 2020, dalle ore 9.30, presso il Seminario Vescovile di Nola, dove si terranno sia la premiazione delle squadre vincitrici del suddetto torneo e sia il workshop dedicato alla delicata tematica. Il Comitato organizzatore, che si è impegnato in prima persona a realizzare queste attività educative e di sensibilizzazione, è composto dai Lions Club: Nola Host “Giordano Bruno”, Pomigliano D’Arco, Acerra “Valle Suessola”, Salerno 2000, Salerno Arechi, Salerno Hippocratica Civitas, San Giorgio a Cremano Host, Nocera ed Agro, Napoli Camaldoli, Napoli Svevo, Eboli-Battipaglia Host, Sant’Anastasia Monte Somma, San Sebastiano S.C. Giacon, Matera città dei Sassi, Cirò Marina – Cirò Krimisa, Fondi e Siena. Si precisa, però, che tutti gli ottanta Lions Club del Distretto 108 Ya hanno già eseguito o seguiranno il tema nazionale “Un calcio al bullismo”, nell’anno sociale corrente, tramite una serie di attività presso le scuole dei propri territori campani, lucani e calabresi, che vengono coordinate dalla Specialist Distrettuale Lions 108 Ya “Un calcio al Bullismo”, Lea D’Agostino.
Andando con ordine, “Un calcio al Bullismo” è stato il tema di studio nazionale, per l’anno 2019-2020, che ha colto i maggiori favori al Congresso multidistrettuale di Montecatini della scorsa primavera. Tema di grande spessore, riferito a una problematica preoccupante e attuale, che ha preso forza nel mondo giovanile (soprattutto nella fascia d’età che va dai 13 ai 15 anni, quindi dai ragazzini frequentanti la terza media al biennio liceale) e che tende a colpire individui fragili, che non hanno la forza di difendersi. La scuola, diversamente da come deve essere, è il contesto dove si manifestano maggiormente episodi di bullismo. Essa deve rappresentare una realtà educativa, che deve agire efficacemente e in collaborazione con la famiglia nel creare corretti modelli di comportamento. Tutti i soci Lions, così come anche i membri del Leo Club nella loro piccola esperienza, devono dare un contributo per contrastare un fenomeno che non va sottovalutato, diffondendone la conoscenza attraverso workshop, con il coinvolgimento dell’apparato scolastico, delle famiglie e degli stessi giovani (sia vittime che bulli); incontri mirati, supportati da figure professionali preparate come psicologi, sociologi, avvocati. Tutto questo principalmente perché prevenire il bullismo e il cyberbullismo significa promuovere la buona salute.
Il workshop del 13 febbraio, data simbolica nazionale, è stato deliberato dal Multidistretto nel Consiglio dei Governatori a Palermo di fine novembre ed è stato deciso che ci fossero tre città capofila rappresentative del Nord, Centro e Sud Italia (Tortona (AL), Cortona (AR) e Nola), nelle quali si organizzasse lo stesso tipo di service con lo scopo di coinvolgere la comunità scolastica, di sensibilizzare le famiglie, di informare e di incentivare i giovani a contrastare la piaga sociale del bullismo. A tal proposito, nel mese di dicembre, è stato attuato il primo step di quest’ambizioso progetto: la consegna prima e la raccolta dopo di questionari anonimi sul bullismo alle classi delle scuole coinvolte, affinché venisse analizzato il rapporto tra gli studenti e l’atroce fenomeno.
Tornando all’evento, sarà così strutturato: si partirà con gli indirizzi di saluto di Don Gennaro Romano, Rettore del Seminario Vescovile di Nola, l’Ing. Gaetano Minieri, Sindaco di Nola, Gaetano Porcaro, Presidente del Lions Club Nola Host “Giordano Bruno”, Mariano Lebro, Presidente della II Circoscrizione Distretto Lions 108 Ya e Giovanni Meo, Delegato del Governatore Lions per le Politiche Sociali e Solidarietà. I relatori saranno i seguenti: Maria Giovanna Gibertoni, Governatore del Distretto Lions 108 Tb con delega al Bullismo, Lea D’Agostino, Specialist Distrettuale Lions 108 Ya “Un Calcio al Bullismo”, la Dott.ssa Fortuna Basile, G.I.P. presso Tribunale di Nola, il Dott. Michele Lepore, Psicologo, ed il Sen. Avv. Francesco Urraro, Commissione Giustizia – Commissione Parlamentare Antimafia. Le conclusioni saranno affidate a Nicola Clausi, Governatore del Distretto Lions 108 Ya, e a Luigi Tarricone, Presidente del Consiglio dei Governatori Multidistretto Lions Italy, mentre il ruolo di moderatore spetterà all’ Avv. Angelo Pignatelli, Responsabile II Circoscrizione Lions “Un Calcio al Bullismo”. Si ringraziano per la collaborazione: Hotel “Giordano Bruno” di Nola e Parafarmacia Erboristeria Dott.ssa Anna Rosaria Iovino.
Saranno ospiti, eccezionalmente, due illustre personalità del mondo dello spettacolo e del calcio: la cantante Valentina Stella, in qualità di madrina dell’evento, e il campione del mondo Fabio Cannavaro, il quale al termine dei lavori premierà le squadre vincitrici del Torneo di Calcio, tra le scuole gareggianti, di venerdì 7 febbraio 2020 mattina.
Non resta che ridare appuntamento sia al 7 che 13 febbraio mattina per questi due fondamentali incontri a favore del progetto “Un Calcio al Bullismo”, sempre all’insegna del “We Serve”!

di Nicola Compagnone