venerdì , Gennaio 22 2021

Sabato (ore 18.30) Piacenza-Vibo per la 7a di ritorno in diretta RaiSport. Baldovin: “Non dovremo avere rimpianti alla fine della partita”

Reduce dal successo con il massimo scarto ottenuto tra le mura amiche del PalaMaiata nel 6° turno di ritorno di Superlega, la Tonno Callipo Calabria resta concentrata sul suo percorso e si appresta ad affrontare la Gas Sales Bluenergy Piacenza di Lorenzo Bernardi. Primo di tre impegni importanti nell’arco di soli dieci giorni per il roster di Baldovin: gli altri due saranno quello con Milano in casa giovedì prossimo (recupero del terzo turno di ritorno) e la trasferta di Monza martedì 19 gennaio.

La gara in programma domani sabato 9 gennaio alle ore 18.30 per l’anticipo della 7° giornata di ritorno (diretta RaiSport, canale 57 del digitale terrestre e in streaming sul sito www.raisport.rai.it) sul campo del PalaBanca segnerà per la Callipo l’avvio del rush finale in campionato. Mancano, infatti, sei gare al termine della stagione regolare e la squadra giallorossa è chiamata a lottare per guadagnarsi una buona posizione nella griglia dei play off già a partire dal match contro la formazione piacentina.

La Tonno Callipo è quarta in classifica con 31 punti (16 gare disputate) dopo aver subìto il sorpasso da Trento che vincendo nel recupero con Milano ha raggiunto quota 33 punti, mentre la Gas Sales si presenta all’incontro staccata in quinta posizione a 7 lunghezze dai calabresi. Rimasta ferma ai box per due settimane a causa del Covid-19 Piacenza è rientrata in campo lo scorso 5 gennaio quando ha rimediato una sconfitta in casa di Civitanova. Ai biancorossi resta da recuperare il match interno con Modena inizialmente in programma il 3 gennaio. Tra dicembre e l’inizio del nuovo anno cinque le gare disputate dalla squadra di Bernardi di cui tre perse (a Perugia, Trento e Civitanova) e 2 vinte (con Cisterna e a Verona).

All’andata si impose Piacenza per 3-1 (19-25, 20-25, 25-23, 19-25) fermando la corsa dei calabresi dopo quattro vittorie di fila. Da allora qualche nuovo ingresso nella squadra della presidente Elisabetta Curti che hanno in qualche modo cambiato la fisionomia dell’organico: il palleggiatore Michele Baranowicz (ex Tonno Callipo), il centrale iraniano Mousavi e l’opposto ceco Michal Finger.

Alla vigilia della trasferta emiliana il tecnico della formazione calabrese, Valerio Baldovin, afferma: “Andremo a Piacenza con l’intento di giocarcela sfruttando tutte le nostre potenzialità. Si prospetta una partita difficile, come tutte quelle che dovremo affrontare da qui in avanti. Vedremo quale sarà il verdetto del campo. Per noi conta molto non aver rimpianti a fine gara. Vista la situazione da cui proviene Piacenza, rimasta ferma per diversi turni a causa del Covid non abbiamo le idee molto chiare su che avversario ci troveremo difronte. Nel preparare l’incontro, infatti, siamo molto concentrati sul nostro gioco. Vogliamo disputare una partita migliore rispetto all’andata, di più sostanza. In quell’occasione ci hanno messo sotto con le loro grandi qualità in attacco ed in battuta che d’altronde sono i loro punti di forza. Hanno attaccanti molto esperti come Grozer e Russell che all’andata fecero la differenza”.

Un avversario molto ambizioso: “Il Club piacentino ha fatto grossissimi investimenti e sta continuando a farli per avere una squadra di spessore che possa combattere per i posti del campionato. Ha avuto un inizio difficile come può capitare spesso alle squadre di nuovo assemblaggio però è stata abile ad acquisire gradualmente ritmo di gioco. In particolare credo proprio la gara di andata contro di noi ha segnato la loro svolta positiva. In squadra hanno nomi importanti come Clevenot, Russell, Grozer che sono giocatori di assoluto livello internazionale, titolari nelle rispettive Nazionali. Insomma è una squadra con un tasso tecnico e fisico elevato”.

Intanto nel recupero di mercoledì scorso Trento, vincendo contro Milano, è salita al terzo posto scalzando la Callipo: “In tempi non sospetti avevo detto che Trento era favorita per lo scudetto, perché è una squadra molto forte in particolare in battuta. Appariva strano a tutti che ad inizio stagione facesse fatica ad ingranare. Adesso invece sta giocando molto bene e quindi credo che l’attuale posizione sia più che giusta e meritata. Noi ad inizio stagione non avevamo minimamente immaginato di riuscire ad arrivare al terzo posto a questo punto della stagione. Però ci siamo riusciti per cui la sfida ora è quella di provare ad arrivare il più in alto possibile. Le prossime gare diranno se riusciremo a fare un torneo assolutamente straordinario oppure un ottimo campionato per quello che si è delineato finora”. Il tecnico della squadra giallorossa è anche chiaro sulle insidie di queste ultime sei gare alla fine. “L’ostacolo principale sarà mantenere alto, più dei nostri avversari, il livello del nostro gioco e dell’ attenzione”.

Alessandro Testa

image_printStampa Articolo

Chi è Alessandro Testa

Classe 1984, è ingegnere e allo stesso tempo critico cinematografico e appassionato di cronaca e giornalismo. Dal 2019 collabora per StreetNews.it!

Leggi anche

La Tonno Callipo illude nel primo set. Poi Monza riemerge e vince di forza (3-1)

Vince il primo set e poi cede la Tonno Callipo sotto i colpi di Lagumdzija (26 punti) …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: