mercoledì , Giugno 16 2021

POP, ROCK E COMMERCIAL INSIEME NELLA MUSICA DEI FLAT BIT

I Flat Bit nascono nel 2010 da un “caso”: in una sagra di paese, cinque giovani discutono davanti ai calici di un buon rosso che, si sa, è ottimo consigliere, e decidono di formare una band. Il genere è un pop rock trasformato, ricco di influenze, che oggi sembra quasi trap; in effetti, anche le collaborazioni dei Flat Bit portano a quel contesto: Calcutta, Fabri Fibra. Nel 2016 lanciano “Imperfette condizioni”, l’EP che viene premiato come  Miglior Rock targato Italia al Best Arezzo Wave Band Marche 2016. Poi altre esperienze all’estero, come l’Exit Festival in Serbia. Nel 2019 scoppia la pandemia, i Flat Bit continuano a lavorare nelle maniere consentite e lanciano due signoli: uno a marzo, dal titolo “Il posto dove andare” e quello più recente, “GVMC”, disponibile dal 28 maggio sui digital store e con un video su Youtube.

E’ Stefano, il frontman, a rilasciare quest’intervista a Streetnews.

Ciao Stefano. Flat Bit richiama alla simpatia del brano tormentone di Mr. Oizo degli anni ’90, ma voi siete diversi nello stile e nel genere. Colpa del vino di quella sagra o ci sono altri motivi?

La colpa è degli anni 00! In adolescenza siamo cresciuti a stretto contatto con la musica elettronica, ed essendo vicinissimi alla Romagna ci siamo affacciati nel “mondo discoteca” molto prima rispetto alla media. Tuttavia ci incontravamo più spesso nei club di musica dal vivo, quindi anche il nostro sound vorrebbe essere un equilibrio apparente tra Pop – Rock ed elettronica.

Chi compone i brani? Lavorate su progetti o preferite lavorare di getto?

Non abbiamo un metodo di lavoro definito, ci definiamo una società semplice! Ogni brano nasce in maniera casuale e diversa dal precedente. Io scrivo i Testi, poi per gli arrangiamenti e la scelta dei suoni lavoriamo in tandem in sala prove; Il produttore del gruppo è Emanuele (chitarra e seconda voce) quando gli porto un testo nuovo sa già in che direzione andare e come impostare il lavoro.

Vi definite molto vicini al rock ma la vostra musica racchiude diverse sfumature: riguardo al rock, avete delle idee? Come interpreti questa ondata di entusiasmo nei riguardi del rock degli ultimi mesi in Italia? Nella vostra produzione quanto è importante il mainstream? Intendete produrre per ampi ascolti o puntate a qualcosa di selettivo?

Beh il rock non è morto, non del tutto…è morto e risorto un sacco di volte. La vittoria dei Maneskin all’Eurovision secondo me è una ventata d’aria fresca per tutta la musica italiana. Non abbiamo mai scritto canzoni per fare successo, ma piuttosto per suonare dal vivo e girare col furgone, poi se un giorno con la musica riuscissimo a pararci le bollette e i gin tonic, sarebbe fantastico!

GVMC: cosa significa e cosa rappresenta? Quanto avete puntato su questo brano che sta riscuotendo un grande successo? Avete già qualche altra idea o nuovo progetto?

GVMC sono le iniziali di Giovanni Muciaccia, il presentatore di Art Attack, un programma per ragazzini che andava in onda su Rai due nei primi anni 00. Abbiamo voluto omaggiarlo perché nonostante il successo è rimasto sempre una persona sorridente e autentica, tanto da farci un videomessaggio per la promozione. Il video sta andando benissimo, e anche diverse radio stanno passando il pezzo. Non c’è in programma nessun disco per ora, vogliamo solo suonare il più possibile perché senza andare in giro per l’Italia non ci vengono le idee per nuove canzoni. Ci chiuderemo in studio solo quando saremo sicuri di aver qualcosa da dire, altrimenti non avrebbe senso.

Di Clemente Scafuro

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

FABIO PICCHIONI: “TUTTA LA MIA PASSIONE PER LO SPETTACOLO”.

Fabio Picchioni, conduttore e showman di talento, riesce a cavalcare lo spettacolo, in larga parte, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: