venerdì , Gennaio 22 2021

Ovunque tu possa essere nel mondo… Verrò a cercarti

Una storia di destini incrociati, legati da un sottile filo rosso, uno scambio di identità, un’altalena spaziotemporale, un amore ai limiti del possibile. Your Name è un film che vi terrà incollati al televisore, con la sua danza continua tra realtà e culture differenti, lasciandovi con il fiato sospeso e con le lacrime agli occhi, fino alla fine dei titoli di coda. Lei, Mitsuha Miyamizu, è una studentessa delle superiori che vive a Itomori, una piccola cittadina di montagna, lontana dalle luci e dalla frenesia della metropoli di Tokyo, insieme alla sua sorellina e alla nonna. Con loro, gestisce un antico tempio che sovrasta il villaggio ma, come ogni adolescente, vorrebbe qualcosa in più: abbandonare la monotona esistenza del piccolo centro in cui abita e trasferirsi in una grande città In parallelo alle sue vicende, ci vengono raccontate anche quelle di un altro liceale, Taki Tachibana, che, invece, vive nel centro di Tokyo e svolge un lavoro part time in un ristorante italiano I due protagonisti non si conoscono ma le loro vite, apparentemente separate, finiscono, ad un certo punto, per incrociarsi attraverso…i sogni.

Per un inspiegabile scherzo del destino, improvvisamente, si risvegliano l’uno nel corpo dell’altro, diventando i protagonisti di scambi di breve durata, che però terminano magicamente, così come sono cominciati, quando vanno a dormire a fine giornata. Dopo un iniziale momento di smarrimento, i due ragazzi si abituano alla loro nuova strana condizione e fissano delle regole, per non invadere la privacy reciproca. Pur non vedendosi mai rispettivamente nei propri corpi, i protagonisti imparano a conoscersi, a supportarsi a vicenda ed a condividere usanze e stili di vita completamente diversi. Tra imbarazzi, malintesi e intromissioni, più o meno desiderate, l’uno nella vita dell’altro, vediamo nascere tra i due un legame che diviene sempre più forte. Si procede per contrasti, in questo frenetico mutamento di vite, finchè qualcosa cambia.

Gli scambi fra Taki e Mitsuha improvvisamente finiscono, in corrispondenza dell’imminente passaggio, vicino al Giappone, di una misteriosa cometa … Noi spettatori rimaniamo con Taki che, non riuscendo più a trovare la ragazza che gli ha stravolto la vita, intraprende un complicato viaggio alla sua ricerca, un viaggio che rivelerà verità sconvolgenti. La storia, nella sua semplicità, è toccante. I disegni sono superbi, di grande impatto e molto realistici. Questi riescono a farti entrare completamente nella vita dei protagonisti in corsa continua tra le affollate strade di Tokyo o tra i sentieri incantanti della piccola cittadina di montagna. I due giovani ragazzi presentano emblematicamente i pregi ed i difetti tipici degli adolescenti, li vediamo non poter resistere alla voglia irrefrenabile di mangiare dolci o mentre vivono il segreto desiderio di poter sentire cosa si provi a sfiorare un corpo dell’altro sesso.

Nel film predomina un sentimento di inadeguatezza e il costante presentimento di sapere che a ciascuno manca un qualcosa o un qualcuno, che si aspetta da molto tempo, senza comprendere precisamente cosa o chi esso sia. Ma il vero protagonista della pellicola è il destino: questo è come un filo rosso che lega inscindibilmente due persone. Non importa in che parte di mondo tu ti possa trovare e quanto tempo ci vorrà prima di incontrare la tua metà che sta all’altro capo del filo rosso. L’incontro è scritto, è destino, è il Musubi. “Musubi, questa parola ha un significato profondo. Intrecciare i fili è musubi, i legami tra le persone sono musubi, lo scorrere del tempo è musubi” Your name, è la storia di due ragazzi legati da questo filo rosso, le cui vite sono destinate, per puro caso, ad incrociarsi, a separarsi e a ritrovarsi, nonostante tutto.

È un viaggio, non solo di scoperta di sé, ma di ricerca di quel qualcosa che ci manca e che ci serve per riuscire in qualche modo a completare “il quadro”. È la storia di ognuno di noi poiché tutti, sulla Terra, abbiamo una persona che è destinata a far parte della nostra esistenza: una persona che, quando la incontri, ti sembrerà di conoscere e il cui sguardo ti parra di aver già incrociato ….da qualche parte, in questa vita o in un’altra.

a cura di Giulia Petillo

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Il famoso caso Dreyfus che sconvolse l’opinione pubblica francese alla fine del XIX secolo

L’ufficiale e la spia Genere Drammatico, Storico, Thriller, - USA, 2019, durata 126 minuti. Regia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: