lunedì , Settembre 21 2020


Nello Savoia: l’Onda del #Cambiamento alla Regione Campania

Nello Savoia, 37 anni di Bacoli. Avvocato di professione è Candidato al Consiglio Regionale alle imminenti Elezioni Regionali in Campania (Domenica 20 e Lunedì 21 Settembre) con la lista di Fratelli d’Italia. Ricopre il ruolo di Presidente Provinciale di Fratelli d’Italia di Napoli, attualmente è Consigliere Comunale a Bacoli, già Presidente del Consiglio Comunale e Candidato a Sindaco del Comune Flegreo, è anche Consigliere Nazionale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

Savoia, quale motivazione ha spinta a scendere in campo alle elezioni regionali in Campania?

“Beh, credo che la motivazione della mia candidatura è la stessa che mi ha mosso ad entrare in politica sin da ragazzino. La necessità di poter cambiare le cose che non vanno. Vede, spesso vedere la politica da fuori assume un senso diverso rispetto a quando la politica la vivi ogni giorno, ed ogni giorno devi fare i conti con incongruenze, interessi dei singoli e tutto ciò che poi finisce per aggravare sulla vita dei cittadini. Ecco, io ho deciso di scendere in campo per queste regionali, affinché si possa avere un punto di riferimento in Regione Campania, in una persona che la politica la fa per amore e non per “mestiere”. Sono un avvocato ed eseguo la mia professione con passione e dedizione e con essa vado avanti ogni giorno. Non mi serve la politica per vivere, ma desidero mettere la mia vita al servizio di quella buona politica che può cambiare le cose, che può spazzare via il brutto ed essere di nuovo uno strumento a favore del popolo”.


…perché Fratelli d’Italia?

“Perché io sono Fratelli d’Italia, io non ho scelto il partito io lo rappresento, mi rispecchio, mi rivedo nei suoi valori e nel suo leader Giorgia Meloni alla quale mi lega un rapporto ventennale dai tempi del movimento giovanile (Fronte della Gioventu’, Azione Giovani e Gioventù Nazionale). Insomma io sono nato sotto questo simbolo. Fratelli d’Italia è l’unica buona alternativa al “vecchio che avanza”. Giorgia Meloni è una donna che ha una chiara visione dei suoi obiettivi e lo ha dimostrato più e più volte in Parlamento parlando con dati alla mano, con concretezza e non demagogia. Fratelli d’Italia è un partito di #Cambiamento decisivo”.

Qual è la sua opinione sull’operato del governatore De Luca negli ultimi 5 anni?

“La mia opinione su De Luca? Prova a farne una sintesi per non rubarle un’intera giornata. Vede, Vincenzo De Luca ha portato in Regione i suoi interessi personali. Il lassismo di questi 5 anni ha reso immobile la nostra regione sotto vari aspetti. A partire dai tagli alla Sanità pubblica. In questo periodo di pandemia si è visto di tutto, malati rispediti a casa e dottori senza protezione per non parlare dei tamponi, le attese interminabili. A tuttoggi siamo l’ultima Regione Italiana per Tamponi fatti ogni 100Mila Abitanti e la 1* (purtroppo) per Numero di Contagiati! Tenga conto che negli ultimi sei anni la Regione ha perso circa 1500 medici, più di 2000 infermieri e 1.000 posti letto. Ed ora vanta una Sanità che può affrontare una seconda ondata di contagi? Bugie, come sempre. E poi abbiamo i Trasporti. I Trasporti in Campania sono la storia infinita dello sdegno. Le faccio un esempio del territorio in cui vivo e quelli immediatamente vicini. Avrebbe dovuto riaprire il secondo binario di Quarto che avrebbe agevolato tutto il trasporto su ferro e sono 4 anni che ancora si attende. Ma spostiamoci a Baia dove la NON riapertura delle fermata è ormai una storia nota. La stazione di Baia che è uno snodo importantissimo per il commercio, per il turismo, perché affaccia sul porto è chiusa da anni. Immagini lei le agevolazioni se fosse aperta, le persone potrebbero accedere alle barche, ai ristoranti, alla spiaggia libera e arrecare anche meno danni alla viabilità già compromessa per il traffico, e all’ambiente. Ah, giusto, l’ambiente! Abbiamo circa 5 milioni di Ecoballe ancora da smaltire che intanto giacciono a Taverna del Re, nel giuglianese, terra già compromessa per la presenza costante di sversamenti e roghi tossici. Se vuole continuo, ma l’operato Di De Luca lo stiamo vedendo per strada ogni giorno”.

Qual è il suo parere sulla gestione Covid in Campania di De Luca?

“De Luca ha avuto la fortuna che i contagi sono arrivati prima al Nord Italia. La Lombardia ha fatto da monito, da specchio alla possibile situazione che avremmo potuto avere in Campania e De luca ha avuto modo e tempo. La Lombardia, con una sanità che ha sempre vantato essere un fiore all’occhiello, si è trovata completamente in ginocchio, pensate se fosse accaduto a noi di dover affrontare una mole simile di contagi. Poi c’è la questione dei tamponi. Tempi e attese lunghissime, in particolare adesso dopo l’ordinanza in cui si decretava l’obbligo di tamponi al rientro dall’estero. Tantissime persone messe in autoisolamento in attesa che gli venga fatto il tampone che attendono giorni e giorni. 24 ore il tempo stabilito e dopo 5 o 6 giorni ancora aspettano ed intanto restano a casa, a discapito del lavoro. Una gestione fallace che lui ha voluto far passare come l’unica da poter adottare”.

Quali saranno le priorità che porterà in Consiglio regionale qualora fosse eletto?

“La prima priorità sarà quella dell’approvazione del nuovo Piano Territoriale Regionale con l’adeguamento ai nuovi Piani Regolatori Comunali. Dopo la vita, la casa, un tetto è l’interesse primario di ogni individuo. Dobbiamo garantirlo con una nuova pianificazione siamo fermi da  più di 20 anni. Dobbiamo puntare sul miglioramento della rete dei trasporti come ho anche spiegato prima, trasporto pubblico su gomma, ferro e per mare, per noi altrettanto importante. Dobbiamo snellire il sistema sanitario e impedire che si continui nelle attese interminabili per avere una prestazione, ritardi per cui in molti sono costretti a rivolgersi alla sanità privata, costosa e non alla portata di tutti. Dobbiamo lavorare sulla questione ambientale e contrastare gli sversamenti in mare e i roghi tossici, dobbiamo ridare bellezza ai nostri litorali non possiamo riempirli di detriti. Puntare sul lavoro, creare indotti, lavorare sulla formazione e sulle competenze, puntare alla digitalizzazione e percorsi per singoli e piccole medie imprese. Poi si deve dare più attenzione alla famiglia, dare sostegno a chi ne ha bisogno, incentivare le nascite e dare supporti alle famiglie con casi di disabilità. Far sentire la gente sicura, che possano vivere i territori in maggiore sicurezza, investendo su questa. Aumentiamo gli investimenti, facciamo girare la nostra economia. La scuola, mettiamo in sicurezza le nostre scuole e permettiamo ai nostri bambini di mettere buone basi per costruirsi il Futuro”.

Per la 1^ volta nella Storia del Comune di Bacoli Domenica 20 e Lunedì 21 Settembre avremo la possibilità concreta di Eleggere un Consigliere Regionale che sia davvero il Rappresentante e la Voce in Regione di Tutti i 92 Comuni della Provincia e della Campania intera. E ognuno di Noi sarà Consigliere Regionale! #AvantiSAVOIA

image_printStampa Articolo

Chi è Roberto Della Ragione

Roberto Della Ragione, Scrittore Professionista, nasce ad Alghero (Sassari) da Genitori Napoletani Emigrati per Lavoro. Docente di Ruolo di Diritto ed Economia Politica e Ricercatore Universitario. È stato il più Giovane ViceSindaco d'Italia (2002-2003) nel Comune di Bacoli (Napoli). Tre Lauree Magistrali, Dottore Commercialista e Revisore Contabile, è attualmente Presidente di Commissione nei Corsi di Formazione Professionale nella Regione Campania

Leggi anche

I sogni svaniti – Intervista esclusiva al Prof. Michele Vario

Quattro mesi fa, in piena pandemia, usciva il primo libro del Prof. Michele Vario. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat