sabato , Febbraio 27 2021

INTERVISTA: L’OFFICINA DEL GUSTO

Se avete voglia di trascorrere una serata in allegria, l’Officina del Gusto è quel che fa per voi. Dalla piacevole ed accogliente atmosfera, ti fa sentire parte di una grande famiglia, accompagnato da un personale cordiale e disponibile, ma soprattutto dai due titolari giovani e pieni di passione Antonio e, la sua compagna Anastasia. E’ situato in pieno centro storico, in Via del Mercato, alle spalle del Teatro Umberto e a pochi passi dalla Piazza Duomo. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio cosa ci riserva:

 “Quando nasce l’Officina del Gusto?”

 “Allora l’Officina nasce nel 2017. Antonio aveva questo sogno da realizzare, in onore del padre che purtroppo non c’è più. Si chiama così proprio perchè il papà aveva un’officina, difatti all’interno del bistrot c’è, in ricordo, la sua bicicletta appesa al muro. Abbiamo iniziato da zero, facendo tutto noi”.

 “E come nasce l’Officina?”

“Noi nasciamo come vineria e salumeria gourmet, perciò abbiamo un grande bancone di salumi e formaggi particolari provenienti da tutta italia che non troviamo nei supermercati. Difatti ci conoscono per questi taglieri particolari, accompagnati dal vino con tipica degustazione. Antonio ad oggi, sta prendendo dei certificati riguardo le carni, per poterne fare rifornimento a livello europeo. E’ un uomo socievole ed amichevole, cerca di interessarsi sempre ai clienti cercando di migliorare la loro esperienza all’interno del ristorante”.

“Come state affrontando questo periodo covid?”

“Noi siamo più un locale serale, le persone venivano a farsi un aperitivo, il pranzo non andava molto. Ad oggi ci siamo dovuti adeguare. La domenica lavoriamo molto fortunatamente, anche perchè in settimana, a meno che non vi è un incontro di lavoro, le persone non escono per andare a pranzo fuori. Infatti per un bistrot come il nostro è molto difficile andare avanti, se non fosse appunto nella speranza che la domenica lavoriamo un pò di più. Però è difficile, quindi aspettiamo e speriamo in momenti migliori”.

 “Quali caratteristiche ha l’Officina del gusto per far sì che venga distinta dagli altri ristoranti della zona?”

“In primis, la cordialità che abbiamo e, di cui tutti parlano. Da noi, è come se diventassimo una grande famiglia. Infatti è per questo che il cliente diventa tale, perchè riesce a sentirsi a casa. Tra l’altro, anche dalle recensioni si può notare, che noi possiamo fare anche poco, ma vogliamo farlo di qualità. Infatti non abbiamo tanti posti a sedere. Adesso per San Valentino, abbiamo messo pochi posti perchè vogliamo assicurare qualità e, allo stesso tempo, vogliamo che le persone stiano bene sempre per la questione covid. Quindi ci distinguiamo appunto per la qualità, soprattutto nei prodotti e per la familiarità dell’Officina, in cui si avverte proprio il calore. Noi prima di essere proprietari, eravamo clienti, perciò l’abbiamo creata con questa cognizione, in modo tale che potessimo capire di cosa ha bisogno un cliente”.

“Come si fondono tradizione e innovazione all’interno del vostro menù?”

“Per esempio, il tagliere tradizionale è formato da salumi e formaggi, però noi aggiungiamo la burrata, la parmigiana scomposta, la bruschetta con burro ed alici, quindi piccole innovazioni. Ad esempio abbiamo la bruschetta napoletana ma al contrario, ovvero invece di farla con pomodorini e foglie di basilico che sarebbe la tradizionale, ci mettiamo il basilico e poi degli spruzzini di salsa di pomodoro che noi stessi facciamo. Anche per quanto riguarda i taglieri, ne abbiamo uno di 2 metri per aperitivi o feste e, lo rempiamo”.

“Il vostro piatto tipico?”

“La pasta e patate nella ruota di formaggio che tra l’altro viene preparata da Antonio nel mezzo della sala sopra un carrello, davanti tutti i clienti e poi, appunto, il tagliere che è super richiesto essendo molto sfizioso. Poi quest’anno abbiamo introdotto un nuovo primo, che è lo gnocco con la crema di pistacchio, mortadella e burrata, quindi alla tradizionale pasta e patate si contrappone la modernità”.

“Effettuate anche dei corsi riguardo al vino”

“Si, abbiamo iniziato l’anno scorso ma poi abbiamo dovuto interrompere per via del covid, perciò non appena sarà possibile, ricominceremo. Era un corso di primo livello, diciamo di conoscenza. L’Officina è conosciuta come casa. A Nola, siamo i primi su TripAdvisor”.

“Possiamo trovarvi solo in Via del Mercato?”

“Al momento siamo solo a Nola, però ovviamente il nostro progetto sicuramente è quello di aprire altri punti dell’Officina, ma siamo stati bloccati dal covid a settembre, altrimenti già avevamo pensato di ampliare i nostri progetti”.

“Qual’è un altro progetto che avete per poter rilanciare l’attività?”

“Noi per esempio a settembre volevamo comprare la vetrina carni, proprio perchè oltre questa vetrina di salumi e formaggi, ci stiamo specializzando sulle carni e poi vogliamo rimodernare un pò il locale. In più vorremmo aprire una sede a Napoli e vorremmo molto aprirla anche a Roma”.

A cura di Nicole Scarcelli

Riferimenti:

Indirizzo: Via del Mercato, 13, 80035 Nola NA

 Telefono: 081 461 6088

Link Pagina Facebook L’Officina Del Gusto:

https://www.facebook.com/OfficinaDelGustoNola

Link Profilo Instagram L’Officina Del Gusto:

https://www.instagram.com/officinadelgustonola/

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

QUANDO A FAR TENDENZA È IL FOOD

Lo avreste mai detto che a sfilare sulle passerelle delle grandi cucine italiane fossero ingredienti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: