venerdì , Settembre 24 2021

IL CONTRIBUTO DEL VALLO DI LAURO ALLA CELEBRAZIONE DEI 700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE. Una serie di incontri in cui si parlerà del sommo poeta e della Divina Commedia.

Prende il via il 14 settembre e non è un caso: la data è stata scelta dai due ideatori del progetto, il presidi Donnarumma e Sepe, nell’ambito della celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, convenzionalmente collocata proprio in questo giorno. L’idea è quella di unire tutto il Vallo di Lauro sotto l’insegna della cultura e coinvolgere in primis le Associazioni attive sul territorio. Un programma molto ampio, costituito da grandi interventi culturali, da interpretazioni artistiche e professionali, il tutto rapportato anche al mondo moderno. Diverse saranno le tappe di questo progetto e diversi i luoghi. Il primo è presso la chiesa di Maria SS Delle Grazie, dove da poco si sono concluse le celebrazioni e in cui si approfondirà il I° Canto dell’Inferno. Le altre tappe saranno Lauro, Marzano, Pago, Taurano, Moschiano, Domicella; tutte le informazioni sono reperibili sui profili social delle realtà locali e delle Pro Loco del Vallo, oltre ad altre Associazioni, come l’Azione Cattolica di Moschiano, di Quindici, la Pro Lauro e Radio Star 2000, che curerà in particolare la diffusione in streaming dell’evento.

La Divina Commedia quanto mai attuale.

Donnarumma e Sepe sono originari di Quindici, ma la loro brillante carriera li ha visti attivi anche in campo internazionale; offriranno il loro eccelso profilo culturale alla Comunità Valligiana, raccontando quello che di Dante è stato studiato nel corso dei secoli con un costante riferimento alla realtà attuale. “Dante morì esule, come i tanti immigrati che non hanno messo più piede in patria. Marcinelle, ad esempio, o ancora le vittime dei viaggi della disperazione attraverso i mari”. Inizia così il preside Donnarumma. In una chiesa parzialmente piena, per l’applicazione della normativa anti-Covid, sono presenti i rappresentanti delle Associazioni del Vallo e tanti cittadini amanti della cultura letteraria. Nicola Le Donne, attore e regista teatrale, recita il Canto, accompagnato dall’avvocato Salvatore Grasso che interpreta Virgilio. Le terzine dantesche sono ipnotiche: dal momento in cui Le Donne inizia a decantarle, cala un affascinante silenzio nella stupenda chiesa madre di Quindici; sullo sfondo, la statua lignea della Madonna Nera, simulacro avvolto da una storia quasi leggendaria e ammirato dal mondo intero, riposto pochi giorni fa al termine della festa patronale.

A fare da “padroni di casa” il presidente della Pro loco di Quindici, avv. Michele Santaniello, e il parroco Don Vito Cucca. Presente anche il Sindaco Eduardo Rubinaccio. Chiude il primo appuntamento il preside Sepe, che ringrazia i presenti, tra i quali figura anche una delegazione dei professori del Liceo Carducci di Nola, istituto in cui Sepe ha lavorato per diversi anni. Il suo discorso verte principalmente sul viaggio: “Quello di Dante è il viaggio per antonomasia, dal conosciuto all’inconoscibile, che fa tremar le vene e i polsi. Il viaggio nasce dalla curiosità, ma è anche angoscia, in certi casi: preparare le valigie, dimenticare qualcosa. Fortunatamente, il viaggio che faremo con Dante non ha bisogno di nessuna valigia, bensì di una cassetta degli attrezzi che contiene una storia, l’allegoria, una verità nascosta, il senso morale e   il senso analogico, tutto narrato con una lingua nuova.”

Queste invece le parole del presidente Pro Loco Quindici Michele Santaniello: “L’idea è simile a quella degli alberghi diffusi: si parte da un posto e poi se ne raggiungono altri. Le attrattive del Vallo di Lauro sono tante, ogni paese ha delle storie e delle importanti testimonianze: il castello a Lauro, le grotte a Pago, gli affreschi bizantini qui a Quindici e tanto altro. C’è molto su cui lavorare e nei più svariati contesti. Penso ad un sentiero come quello degli dei, ad esempio, visto che siamo immersi nel verde della natura. Le idee ci sono, le menti anche: l’importante è che non siano i singoli a lavorarci su, ma un vero e proprio collettivo. La cultura è uno degli elementi che devono contribuire a fare rete, per questo da oggi parte il progetto Dante. L’importante è finalizzare le idee.

Nel pomeriggio di giovedì, alle ore 17:00, i presidi Donnarumma e Sepe saranno ai microfoni della nostra radio partner, Radio Star 2000, per illustrare il progetto.

A cura di Clemente Scafuro

Immagini Gaetano Grasso – Quindici

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

A Napoli il Premio Caravaggio 2021

Il Mediterraneo orgoglio e rinascita nelle arti visive storia e contemporaneo nella ripresa delle attività …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: