domenica, Aprile 14, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsCultura ed EventiI dialetti bacolese e puteolano protagonisti dello spettacolo di Luigi Di Razza

I dialetti bacolese e puteolano protagonisti dello spettacolo di Luigi Di Razza

Non sempre social”, la (mezza) stand-up comedy andata in scena al Teatro San Luca, fa il verso ai due idiomi flegrei.

Un fenomeno flegreo che, a dispetto delle apparenze, viaggia ben oltre i confini della sua terra di origine. Luigi Di Razza, giovane attore e doppiatore ventinovenne, ha vissuto gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza in zona Scalandrone, al confine tra due mondi caratterizzati da due idiomi diversi: quello di Pozzuoli e quello di Bacoli. Questa posizione strategica, in certo senso privilegiata, corroborata dalle sue origini metà e metà (dei genitori, il padre è puteolano, la madre bacolese) lo ha reso un osservatore imparziale e spassionato, in grado di intercettare, senza interferenze e preconcetti di sorta, pregi e difetti dell’uno e dell’altro contesto. Tutto questo costituisce, per così dire, il substrato della (mezza) stand-up comedy “Non sempre social”, che è stata di scena al Teatro San Luca di Pozzuoli lo scorso 28 dicembre, uno spettacolo che riassembla pezzi forti del repertorio dell’attore. Da qui il Tg Flegreo con notizie farlocche provenienti dal territorio (e che non risparmiano neppure i sindaci dei due comuni), un oroscopo spassoso interamente in puteolano, una disquisizione di carattere vagamente storico-etimologico sull’origine di alcuni termini esclusivi del puteolano (che non hanno un corrispettivo nel napoletano), su nomi e cognomi diffusi a Bacoli (dove è vissuta una comunità ebraica), sui cosiddetti contranomi (pseudonimi affibbiati a personaggi noti e meno noti della comunità). Né mancano incursioni nel dialetto montese (nel quale persistono termini astrusi per i non nativi, come ciostola) e in quello “cappellese” (variante del bacolese, parlato nella frazione di Cappella, con forme verbali tronche terminanti spesso con la vocale “o”, di sapore fortemente arcaico).

Una performance, con sketch divertenti (pochi quelli meno riusciti) e di facile presa sul pubblico, da cui emerge la bravura di un originale talento e il forte legame con la sua terra (soprattutto nel vibrante momento poetico verso la fine dello spettacolo), terra dalle impareggiabili bellezze paesaggistiche ma che spesso – Di Razza non lo nasconde – è martoriata da ingiustizie, come certo sfruttamento nel settore lavorativo; ingiustizie che probabilmente lo stesso Di Razza, il quale attualmente vive all’estero, ha avuto modo di conoscere da vicino. “Non sempre social” è uno dei primi spettacoli che ha segnato la riapertura del San Luca di Arco Felice, teatro che ha dischiuso i battenti lo scorso 9 dicembre sotto la rinnovata direzione artistica di Vincenzo e Carmine Borrino e che da poche ore ha pubblicato il cartellone della stagione 2023, consultabile sulla pagina Facebook (clicca qui).

Massimiliano Longobardo

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -