domenica , Agosto 1 2021

EURO 2020: le partite del 15 giugno.

Ultime gare d’esordio nei gironi: alle 18:00 c’è Ungheria – Portogallo e alle 21:00 il match clou Francia – Germania. Al Puskas Arena di Budapest ci sono quasi 56.000 spettatori, sembra di essere ritornati in un presente normale, finalmente. I detentori del titolo Europeo e della Nations League scendono in campo con il solito Cristiano Ronaldo unica punta, Fernandes e Silva centrocampisti, Ruben Dias e Pepe in difesa. L’Ungheria con un 3-5-2 schiera Szalai e Sallai in attacco, Schafer, Nagy, Kleinheister in mezzo e Orban difensore centrale. In porta, Gulacsi, un passato al Liverpool, al Salisburgo e al Lipsia. Match pressochè equilibrato, il primo tempo finisce 0 – 0 e non ci sono evidenti occasioni da goal; il Portogallo gestisce gioco e possesso palla, ma non riesce a finalizzare, pur trovandosi diverse volte nell’area avversaria. Poco prima del 40mo, Dias commette un fallo abbastanza duro ai danni di Kleinheiser e rimedia un giallo, mentre al 43mo Ronaldo ha l’occasione di realizzare, ma manca il bersaglio. Non cambia la situazione nella seconda frazione di gioco e il match inizia a diventare noioso. Girandola di sostituzioni, soprattutto tattiche, ma nessuna sorpresa. Quando la partita sembra aver dato il suo responso, succede qualcosa: all’84mo un tiro deviato di Guerreiro finisce in rete e il Portogallo va in vantaggio. Tre minuti dopo, Will Orban atterra Rafa Silva e l’arbitro Cakir fischia il penalty. Dal dischetto il numero 7 realizza la rete del raddoppio. Il quarto uomo segnala 4 minuti di recupero. Al 92mo sempre Cristiano Ronaldo si trova faccia a faccia con Gulacsi, piazza un sinistro e con una doppietta personale porta il risultato sullo 0 – 3. Al Portogallo sono bastati circa 10 minuti per realizzare il punteggio pieno e con una bella scorta di goal. In attesa del match più delicato di questa prima fase a gironi.

Il Fussbal Arena Munich è quasi vuoto, dodicimila spettatori circa. Si tratta di un match molto interessante e, si sa, le aspettative spesso in questi casi vengono deluse. Il primo tempo è giocato soprattutto a centrocampo e per qualche minuto, intorno al ventesimo, la partita si incattivisce. Ci pensa Del Cerro Grande a calmare gli animi, con un giallo a Kimmich. I nomi in campo sembrano l’indice analitico di un almanacco storico del calcio: i cugini d’oltralpe sono schierati con Varane ed Hernandez in difesa, mentre il centrocampo con Rabiot, Kante e Pogba fa da supporto alle tre punte Griezmann, Benzema e Mbappe. La Germania non è da meno: Gnabry attaccante avanzato, con alle spalle Havertz e Mueller; il centrocampo è amministrato da Kroos e Gundokan; Neuer tra i pali. Paradossale il vantaggio della Francia, che in realtà nella prima fase è molto intraprendente, ma trova il goal grazie ad un errore di Hummels che gonfia la rete sbagliata. Il cross di Hernandez non avrebbe avuto alcun esito, dato che era molto basso e neanche tanto potente, ci ha pensato lo sfortunato difensore. Dopo l’autogoal, il primo tempo scivola via senza azioniparticolarmente interessanti. Nella seconda frazione di gioco, le squadre si allungano un po’ e qualche azione spettacolare si inizia a vedere, ma forse la più grande occasione la spreca Rabiot che colpisce il palo al 52mo. Quindici minuti dopo Mbappe recupera un pallone in posizione di fuorigioco, dribbla un paio di difensori e mette in rete, ma è tutto fermo. Poco prima dell’80mo il solito Mbappe cerca di sfruttare un contropiede alla stregua di un centometrista, ma Hummels gli ruba palla un istante prima del tiro decisivo. Cinque minuti dopo, è Benzema a piazzare il tiro vincente, su assist del solito numero 10, ma anche stavolta l’esultanza dura poco: il Var sancisce l’ennesimo fuorigioco, nulla di fatto. La Germania appare sottotono e la Francia inizia ad alleggerire il pressing. 7 minuti di recupero e il risultato rimane così: 1 a 0 della Francia, al termine di un match che non ha entusiasmato granchè. Per la Germania si fa dura: la prossima è contro il Portogallo.

a cura di Clemente Scafuro

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Gran colpo della Ristopro Janus Fabriano, benvenuto a Elhadji Thioune

La Ristopro Janus Fabriano è lieta di comunicare l’ingaggio di Elhadji Thioune, in forza alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: