venerdì , Settembre 24 2021

EURO 2020: Galles fuori con la Danimarca, Italia passa ai supplementari. Che fatica contro l’Austria!

Iniziano gli ottavi di Euro 2020 e il primo fischio d’inizio è per Galles – Danimarca, alla Johan Cruijff Arena di Amsterdam. Un match sulla carta equilibrato e interessante, che si rivela ben presto un incubo per i Dragoni. Il gioco di centrocampo è abbastanza competitivo, ma ben presto viene allo scoperto il grave difetto della squadra di Mr. Page: la difesa. Sarà una piaga durante tutto il match e la fine sarà impietosa: 4 a 0 per i Danesi, con marcature di Dolberg (27’ – 48’), Maehle (88’) e Braithwaite (94’).  A Wembley scocca l’ora degli Azzurri: il ct Mancini schiera Gigio Donnarumma tra i pali, difesa a quattro con Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi e Spinazzola; a centrocampo Barella, Jorginho e Verratti, mentre in attacco c’è il tridente Berardi – Immobile – Insigne. Gli Austriaci rispondono con Arnautovic unica punta e tre centrocampisti, tra cui Baumgartner, l’autore della rete che ha consentito il passaggio del turno alla squadra di Foda. Nel primo tempo li Azzurri sono padroni del campo e il gioco si svolge solo nella metà campo avversaria. Forse un po’ di egoismo da parte di Spinazzola prima e Insigne poi che cercano il target non considerando i 3 compagni di squadra in area, pronti per bucare la rete. Al minuto 16 Barella impegna Bachmann che di piede respinge un tiro non potentissimo ma insidioso, poi un timido contropiede di Seferovic coglie la difesa poco preparata. Il gioco degli Austriaci è molto fisico e, a tratti, pericoloso, ma il fischietto inglese Taylor non mette mano al taccuino, anche quando un giallo sarebbe molto opportuno per il fallo di Interegger su Barella al 20mo. Poco prima della mezz’ora di gioco, succede qualcosa: gli Azzurri iniziano a commettere una serie di errori che consentono all’Austria di rendersi pericolosa davanti ai guantoni di Donnarumma e questo innervosisce il Mancio. Niente di particolarmente incisivo, sia chiaro, ma quando poi i nostri si lanciano nella controffensiva, loro si fanno trovare a pieno organico davanti alla porta: definirlo un catenaccio è riduttivo. Con questo schema tattico, i Biancorossi potrebbero stancarsi presto, non sono il Napoli di Ottavio Bianchi, l’Inter del mago Herrera o la Nazionale di Valcareggi, prima agli Europei del ’68 e seconda ai mondiali del ‘70.  Al 31mo Immobile scorge Bachmann fuori dai pali e tenta un pallonetto velenoso che si infrange sul palo. Primo tempo avaro di emozioni, si va a riposo sullo zero a zero. Il secondo tempo inizia con l’Italia in sofferenza; scompare quasi del tutto lo schema di gioco fortemente difensivo e adesso l’Austria gioca meglio. Al 51mo Alaba manda di poco sopra la traversa un calcio piazzato. Taylor ammonisce Di Lorenzo e Barella, mentre in più di un’occasione valuta diversamente alcuni interventi molto duri da parte della formazione transalpina. Altra azione pericolosa di Sabitzer, tiro deviato, al 61mo. Sul calcio d’angolo la difesa Azzurra va in bambola.

Mancio prepara i cambi: Pessina e Locatelli, forze fresche a centrocampo e maggiore velocità. Improvvisamente la partita si incendia: Arnautovic finalizza in rete di testa, il Var valuta un probabile fuorigioco e annulla il goal perché il probabile acquisto rossoblu fortemente richiesto da Mihajlovic è oltre la linea difensiva col ginocchio. È questo il momento dei cambi: escono Barella e Verratti. Insigne sprecone al 72mo, quando tenta il suo classico tiro a giro che finisce a lato. Altro rischio in area Azzurra per un presunto fallo di Pessina, ma il penalty check riscontra un fuorigioco e anche questa volta l’Italia tira un sospiro di sollievo. Mancini si gioca la carta Belotti al posto di Immobile ed entra anche Chiesa per Berardi. Interegger sale in cattedra e diventa insuperabile in difesa, mentre Baumgartner, stanchissimo, abbandona il terreno di gioco a favore di Schopf.  Ci si aspettava una partita difficile, ma non così tanto. Oltre allo stress psicologico della prima partita da “dentro o fuori” per questa nuova Nazionale, un’Austria decisamente ostica, soprattutto nella ripresa, ha dato prova di aver meritato il passaggio dei gironi. Neanche i 5 minuti di recupero sono sufficienti a stabilire i vincitori e quindi si va ai supplementari. Chiesa prova la conclusione al terzo minuto ma Bachmann blocca a terra. Pochi secondi dopo è proprio il numero 14 a mettere in rete una palla stupenda servita da Spinazzola: stop di destro e sinistro letale! Italia – Austria 1 a 0. Al 13mo Insigne indirizza un calcio piazzato all’incrocio dei pali e Bachmann compie una parata miracolosa. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Pessina tenta di mettere la parola fine al match: sinistro rasoterra da posizione defilata e rete austriaca violata per la seconda volta! Miracolo di Donnarumma all’inizio del secondo supplementare e Cristante prende il posto di Insigne. Kalajdzich accorcia le distanze: saranno cinque minuti infernali, ma alla fine Mancini e i suoi potranno festeggiare il passaggio ai quarti.

A cura di Clemente Scafuro

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Il Napoli di Spalletti oggi contro la Sampdoria deve vincere per restare primo in campionato

Oggi alle 18 30 il Napoli impegnato con la Sampdoria per la quinta giornata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: