sabato , Ottobre 16 2021

DUNE: IL PRIMO PASSO DI UNA STORIA FANTASTICA

Dopo l’eccelso lavoro svolto con Arrival e Blade Runner 2049, Denis Villeneuve, regista del film “le Dune” ci accompagna con questa sua opera, in un mondo sconosciuto.

Un universo collocato 8000 anni nel futuro, in cui egli ci mostra i rapporti di forza tra l’uomo, la  tecnologia ed una natura….feroce.

Il film è la trasposizione di metà del primo di cinque romanzi omonimi ed è, chiaramente, destinato a porre le basi di una storia destinata a  continuare.

Pertanto,  principalmente, fornisce  allo spettatore le informazioni necessarie per addentrarsi in essa, per comprenderla.

Arrakis, o Dune, è il Pianeta più importante dell’Imperium galattico; Pur essendo  completamente deserto possiede una importantissima risorsa, la  spezia, la quale, oltre  ad essere un potente allucinogeno, viene considerata  una ricchezza  essenziale per la comunità,  rendendo possibili i viaggi interstellari.

Questo pianeta da decenni è dominato dalla   famiglia Harkonnen che si arricchisce opprimendo il popolo nativo: i Fremen, fieri guerrieri e geniali inventori.

La narrazione inizia descrivendo un momento di transizione dovuta alla decisione dell’Imperatore di togliere il potere alla predetta famiglia per affidare il governo del pianeta agli Atreides, provenienti dal pianeta Caladan. Ma tale passaggio non sarà affatto  pacifico…

Sullo schermo godiamo del  susseguirsi di  intrighi, tradimenti, guerre e profezie.

Ma alla fine del film non giungiamo ad una conclusione; ci troviamo, invece, di fronte a  molti  intriganti ed irrisolti interrogativi: il protagonista si rivelerà essere Kwisatz Haderach, l’eletto destinato a governare l’universo?  Riuscirà a sopravvivere tra le dune di Arrakis? Potrà dare un  senso ai suoi sogni e alle sue visioni del futuro? Le realizzerà?

E così, per gran parte della proiezione della pellicola, la sensazione dello spettatore è la stessa che ciascuno ha quando entra in acqua. Un passo alla volta, per abituarsi, senza fretta, fino a tuffarsi.

Arrivati alla fine di questo  primo atto saremo davvero pronti all’inizio  della storia vera. Saremo completamente immersi nel mare di sabbia di Arrakis.

Per questo Dune è un film imponente. Una storia ambiziosa ed estesa: il racconto, che si snoda nei diversi libri copre, infatti,  un arco temporale immenso, di   interi millenni. La stessa ambientazione, posta  in un futuro a noi davvero distante, rende l’idea dell’enormità dell’opera.

A ciò si accompagna il complessissimo lavoro  di regia portato avanti da Villeneuve. Gli sconfinati ambienti da lui creati ci fanno sentire  davvero piccoli. Guardare Dune è come affacciarsi su un precipizio: si è presi da una sensazione di immensità che ci travolge ad ogni sequenza.

Siamo, infatti,  davanti a un’opera che è guidata dal  desiderio di trascendere, di andare oltre e creare qualcosa di maestoso.

Anche il lavoro svolto da tutto il cast è straordinario, in particolare quello di  Timothée Chalamet, nei panni del protagonista indiscusso della pellicola, Paul Atreides. Figlio del duca Leto e della Bene Gesserit Jessica,  educato per succedere al padre nella guida della famiglia, e non solo….., fin da piccolo apprende le vie del potere proprie delle Bene Gesserit, una sorellanza esoterica costituita da donne capaci di leggere le emozioni, abili nell’usare il potere della Voce e, sempre pronte a  tessere oscure trame nella galassia.

Chalamet  si immedesima perfettamente nel suo personaggio, in perenne movimento tra viaggi interstellari, addestramenti, combattimenti ed incubi a occhi aperti ma, anche, splendide visioni, come quelle  di una ragazza Fremen, che, alla fine, scopriremo chiamarsi Chani (impersonata da una bellissima Zendaya). A lei non viene dato immediatamente grande risalto, rimane, infatti, nel racconto una figura di contorno ma,  si intuisce, avrà  vitale importanza nel  futuro…

In conclusione, questo film appare  solo come il preambolo di un grande  progetto, una sorta di scacchiera su cui sono state solo   posizionate le diverse pedine, in attesa della partita vera e propria che dovrà ancora iniziare. Dune, infatti,  è una pellicola  costruita per introdurci in un universo fantascientifico senza pari,  ancora tutto da scoprire per iniziare a raccontarci una storia fantastica.

a cura di Giulia Petillo

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

AL CENTRE SAINT LOUIS DI ROMA LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME “PELLE D’UOMO”

A Roma il 16 ottobre 2021 alle ore 17:00 presso l’Istituto français Centre Saint Louis, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: