venerdì , Febbraio 3 2023

AMORE E LAVORO NELLA VITA DI CHI ORA GALOPPA VELOCE: LE PAROLE DI NINA DUBZOVA

Più di un secolo fa un vecchio scrittore disse: “Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo.” Quell’uomo aveva capito che in questo pianeta nessuno può permettersi il lusso di vivere felice senza fare la sua parte, quell’uomo aveva intuito che la base per costruire la serenità personale è la determinazione e la dedizione costante in ciò che scegliamo di fare nella nostra vita. Negli ultimi due anni le sue parole hanno cominciato ad assumere un peso specifico diverso, soprattutto negli occhi vispi di chi con amore ha saputo crearsi un lavoro, nei pensieri di chi ha saputo sfruttare nel modo giusto il periodo pandemico, nelle idee di chi si è fatto artefice di un progresso individualmente collettivo e ha sfruttato l’amore per un attitudine e ne ha fatto il suo pane quotidiano. Con un semplice dispositivo digitale come lo smartphone ad oggi chiunque può cimentarsi in questa esperienza, chiunque può rendere se stesso un rappresentante di idee e prodotti che influenzano e non poco cospicue masse di persone. Nel triennio 2020/22 i numeri sono chiari e sempre in costante aggiornamento e il COVID-19 e il lockdown non hanno fatto altro che accellerare notevolmente il tutto: con un aumento circa del 20% ogni anno, con 450.000 nuovi posti di lavoro complessivi e quasi 14 miliardi di euro di incassi nel mondo (300 milioni in Italia), il mercato degli influencer si alimenta giorno per giorno e aggiunge nuova legna al fuoco ardente del suo momento. 

E chissà quel vecchio scrittore cosa avrebbe detto di tutto questo, possiamo solo immaginare e chiarire che per quanto potesse sembrare un gioco fino a poco tempo fa ad oggi essere influencer vuol dire avere un lavoro, e amare nel dedicarsi alla sua realizzazione. Era di origini russe quello scrittore, si chiama Lev Tolstoj, così come è di origini russe una delle donne che più rappresenta il connubio perfetto tra amore e lavoro, un influencer, un appassionata lavoratrice moderna, una personalità forte e determinata che viaggia ascoltando e galoppando sul dorso delle sue passioni: lei è Nina Dubzova e questa è la sua intervista.

Prima domanda:

In un pianeta in cui la vita reale e quella virtuale non smettono mai di darsi battaglia e tutti sono chiamati a fare la propria parte, a vivere i propri momenti, a trovare il proprio spazio per dare significato al proprio destino, chi è e che posto ha Nina se dovesse raccontarsi?

Ciao a tutti!

Mi chiamo Nina Dubzova e ho 26 anni, sono nata in Russia a Volgograd e per questo ho deciso di adottare un nome russo, facendomi conoscere sui social come @ninadubzreal. A quattro anni sono venuta a vivere in Italia nella bellissima città di Bolzano, dove ho tutti i miei amici e familiari. Ora sono milanese di adozione. Ho da sempre un amore smisurato per i cavalli e per questo mi definisco una horse influencer metropolitana. Grazie alla mia attività ho iniziato ad esplorare luoghi bellissimi, avvicinandomi di fatto al mondo travel. Sul mio profilo condivido tutte le passioni della mia vita.

Seconda domanda:

I nostri giorni, le nostre vite non sono altro che il prodotto di ciò che siamo e ciò che decidiamo; la personalità, il carattere, l’ambizione delineano i tratti inconfondibili di ogni essere umano ma sono le emozioni, capitani di vita a cui non ci accorgiamo nemmeno di obbedire, a marchiare ogni esistenza e i ricordi annessi. Quali sono le emozioni e i ricordi più grandi che hanno segnato fin ora la pur giovane vita di Nina?

È vero, hai detto bene. 

Nonostante la mia giovane età, posso affermare di aver provato emozioni fortissime ed ho molti ricordi che mi hanno segnato. Ho provato da sempre una forte attrazione verso gli animali. A sedici anni ho preso un meraviglioso cane e più tardi mi sono appassionata ai cavalli. Quando sono riuscita ad avere un cavallo tutto mio è stato entusiasmante e ricordo ancora l’emozione fortissima provata allora.

Ho provato un’altra forte emozione quando ho deciso di venire a Milano 2 anni fa  per incominciare questo  lavoro.

Terza domanda:

Fondamentali si le emozioni, ma forse ancora più importanti i momenti della vita e la nostra predisposizione verso le opportunità che ci pone davanti una volta sola. Agli inizi del 2021, circa 1000 persone cliccavano mi piace ad un post di Nina, ora i follower ammontano a quasi 50mila e non smettono di crescere ma cosa è cambiato e cosa è successo in questi ormai quasi 2 anni?

In questi due anni ho acquisito molta esperienza e conoscenza. Ero praticamente una sconosciuta quando ho incominciato a lavorare in questo ambito.

Ho perfezionato il mio profilo attraverso le prime collaborazioni e partecipazioni ad eventi milanesi anche con agenzie di comunicazione. Curo al massimo i dettagli e i contenuti del mio profilo e collaborando col mio compagno, anche lui influencer e travel  blogger affermato, sono riuscita ad avere un profilo molto più seguito ed apprezzato.

Quarta domanda:

Nella generazione digitale era inevitabile che l’uomo si creasse nuove prospettive di lavoro proprio attraverso le nuove conoscenze e tecnologie. Non mancano però ovviamente le critiche da parte di chi essendo più ancorato alle tradizioni non riconosce ancora nell’influencer un lavoratore a tutti gli effetti. In che modo si può rispondere a queste persone? Quali sono le maggiori difficoltà che deve affrontare un influencer tutti i giorni?

Il mondo digitale si sta ampliando sempre di più, assieme a quello dell’influencer marketing. È vero che le critiche non mancano mai, come in tutti i settori. 

Io cerco di comprendere e di rispettare le generazioni passate e ovviamente ognuno può avere le proprie opinioni. Io rispondo semplicemente che per me è importante credere nel lavoro che ho deciso di fare.  Poi ti posso dire che noi in questo lavoro più che difficoltà, dobbiamo imparare a stare sulla cresta dell’onda del mercato e stare al passo sempre con esso.

Quinta domanda:

Proseguendo l’analisi cominciata nella domanda precedente, il “potere” che conferisce essere influencer nel 2022 a chi di fatto è capace di indirizzare talvolta anche grandi masse di persone quanto aumenta il senso di responsabilità morale e di attenzione verso ciò che si dice o si promuove?

Facendo questo lavoro bisogna essere consapevoli ed avere grande senso di responsabilità nei confronti di chi segue i tuoi consigli e le tue promozioni. Per questo cerco di essere molto professionale, curando al massimo le modalità di trasmissione dei messaggi ai miei follower.

Sesta domanda:

Nelle sfaccettature di chi racconta tutti i giorni se stesso, spesso sono proprio la semplicità e le attitudini ad aumentarne il seguito e l’interesse. Nella vita di Nina, che valore hanno e come possono coniugarsi insieme due delle sue più grandi passioni: viaggiare e andare a cavallo?

Che bella domanda!

Sono sicuramente due passioni differenti, ma sono anche strettamente collegate. Ad esempio quando andavo a cavallo e facevo delle lunghe passeggiate nei boschi, avevo la sensazione di essere in viaggio, alla scoperta di nuovi luoghi e mi divertivo tantissimo. Ora viaggio per lavoro con altri mezzi, ovviamente, ma il divertimento è lo stesso. Chissà se un domani mi capiterà di viaggiare a cavallo per lavoro. 

Settima domanda:

Gli antichi dicevano che non si smetterà mai di imparare e conoscere nuove cose. L’esperienza e gli insegnamenti però ci possono aiutare a migliorare il nostro futuro; da ciò che ha imparato in questi seppur pochi ma significativi anni quali consigli si sente di dare a chi vorrebbe intraprendere il suo stesso percorso ma magari non ha abbastanza fiducia?

Mi sento di consigliare di creare un profilo Instagram pulito, con foto di qualità che attirino l’attenzione. Inoltre è importante pubblicare costantemente per dimostrare di essere sempre attivi e quindi creare interazioni con il proprio pubblico. È fondamentale essere professionali al massimo e mettersi in gioco, credendo sempre in quello che si fa e che si vuol fare.

Segui Nina Dubzova su instagram: https://www.instagram.com/ninadubzreal/

a cura di Antonio Spiezia

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Par Ty ci racconta la nascita di “Solo io”

“Solo io” rappresenta la sintesi, nonché la massima espressione del percorso artistico di Par Ty. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: