giovedì , Maggio 28 2020

Una commedia insignificante che non fa nemmeno ridere

E’ nata una star?

Un giorno Lucia (Luciana Littizzetto) trova tra la posta di casa una busta con all’interno un film porno. Spinta dalla curiosità e dopo aver dato un’occhiatina alla copertina fa una scoperta sconvolgente: si accorge che il protagonista della pellicola è Marco (Pietro Castellitto), il figlio di diciannove anni.

Lucia dunque decide di vedere il film e comprende che in realtà la vera dote del figlio non è tanto la recitazione ma bensì la sua dote naturale. Travolta dalla rivelazione, un pomeriggio Lucia attende che faccia ritorno a casa il marito Fausto (Rocco Papaleo), che rimane a sua volta completamente scioccato dalla notizia e non può non pensare a quanto accaduto fantasticando dalla corruzione del mondo della pornografia alla sua stessa “mascolinità”.


Insomma, quel figlio che entrambi avevano sempre creduto un po’ imbranato e senza alcun talento o vocazione si rivela una preziosa pornostar. Resta solo da accettare di capire come e perché.

Il tema scelto (la pornografia) con un cast (non tutto eccezionale) classifica il film come quelli di serie B che eravamo abituati a vedere tra gli anni ’70 e ’80 (ricordiamo Alvaro Vitali e il primo Lino Banfi) anche se quelli erano talvolta anche simpatici. La pellicola, pur essendo una commedia, non fa ridere e non regala particolari momenti di sana allegrie e ilarità.

Migliorabile (e non poco) l’interpretazione di Pietro Castellitto, figlio del padre Sergio (i due sono diametralmente opposti come bravura di recitazione).

Per questi motivi non è consigliabile la visione di questo film che, secondo anche altre testate giornalistiche e critiche cinematografiche, si è rivelato un vero flop.

Alessandro Testa

image_printStampa Articolo

Chi è Alessandro Testa

Classe 1984, è ingegnere e allo stesso tempo critico cinematografico e appassionato di cronaca e giornalismo. Dal 2019 collabora per StreetNews.it!

Leggi anche

Rifugiarsi dietro ai libri per vincere la guerra

Storia di una ladra di libri Voto 6/10 Siamo nella Germania alle porte della seconda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat