giovedì, Giugno 13, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsCultura ed EventiUn Campano sul palcoscenico del San Carlo: intervista esclusiva al Maestro Giuseppe...

Un Campano sul palcoscenico del San Carlo: intervista esclusiva al Maestro Giuseppe Gibboni

Esordirà al Massimo con il concerto per violino di Tchaikovsky

Nella famiglia Gibboni Giuseppe non è sicuramente il primo a entrare nel mondo del violino: “Il primo passo verso l’altro l’ha fatto la musica probabilmente già prima che io nascessi. Mio padre Daniele e le mie sorelle sono violinisti”.

Come spettatore andai al San Carlo ad ascoltare un recital di Sokolov, ma salire su quel palcoscenico da solista e da Campano sarà una delle mie più belle esperienze. È il teatro più bello del mondo”.

Campana è anche la formazione per il Maestro, il quale non manca di evidenziare una nota dolente: “ho studiato al Conservatorio ‘Martucci’ di Salerno. Ricordo con affetto la mia classe di violino e il mio caro e compianto Maestro Aiello, a differenza dell’intera istituzione musicale. È triste doverlo dire, ma sembra che non si siano neanche accorti della mia vittoria al ‘Paganini’: non hanno condiviso alcun messaggio o nota ufficiale”.

Nel 2021, quando la partecipazione ai concorsi è confusa e incerta, per Giuseppe Gibboni a Genova arriva la consacrazione: dopo 25 anni riporta il Premio Paganini in Italia. “Grande onore aver vinto il concorso dedicato a un compositore che adoro. Ho vissuto tantissime emozioni, dalle prime fasi alla consapevolezza della vittoria”. Uno dei più illustri predecessori è il Maestro Salvatore Accardo, primo nel 1958: “avevo 14 anni quando ho cominciato a studiare con il Maestro Accardo; mai avrei pensato di ‘eguagliarlo’ nei riconoscimenti e nei premi”.

Nelle biografie dei grandi interpreti la musica talvolta svolge un ruolo fondamentale anche sul lato sentimentale, proprio come per il Maestro, che condivide i palcoscenici e la vita con la chitarrista Carlotta Dalia: “i nostri gusti musicali sono vari, ascoltiamo entrambi un po’ di tutti. Io adoro la musica di Concato, Carlotta quella di Conte. Siamo affini anche nei repertori che eseguiamo, anche se il panorama musicale per violino e chitarra non è così vasto per cui delle volte siamo costretti a fare delle trascrizioni, ma in fondo andiamo sempre d’accordo”.

Nel Marzo scorso i due musicisti si esibiscono insieme al Teatro Grande di Brescia nel concerto di inaugurazione delle città Brescia e Bergamo, capitali della cultura 2023. A presenziare quell’evento c’è uno spettatore non così ‘comune’: “il Presidente Mattarella è una persona estremamente colta e sensibile e averlo come spettatore è stato una grande emozione. Non capita tutti i giorni di suonare davanti al Presidente della Repubblica. Al concerto di Brescia dalla platea lui mi ha sorriso perché si ricordava bene dei nostri precedenti incontri”. Infatti Mattarella non è nuovo alle esecuzioni del Maestro Gibboni, dal momento che si è esibito per lui anche nella Cappella Paolina e nel Palazzo del Quirinale.

Qualche riflessione anche sul repertorio che porterà sul palcoscenico del Massimo: “il concerto per violino di Tchaikovsky è uno dei miei cavalli di battaglia, lo suono da quando ero piccolo. È molto complicato sia dal punto di vista tecnico che musicale. In tutte le sue composizioni traspare la malinconia, tratto costitutivo della realtà sociale del suo tempo. La prima fu sostanzialmente un flop, ma nel tempo tutti gli interpreti hanno dato la giusta importanza a un’opera tanto complessa e affascinante”.

Sono appena tornato dall’America, dove ho tenuto dei concerti con la Detroit Symphony Orchestra. Nel futuro spero di continuare sempre a suonare e di viaggiare molto. Il mondo è bello perché è vario e noi musicisti, pur essendo sempre di fretta, ci interfacciamo con le realtà del pianeta e i differenti tipi di pubblico”.

Toi toi toi al Maestro Gibboni per il suo debutto al San Carlo e i migliori auguri per una ridente carriera.

a cura di Giuseppe Scafuro – Immagini www.gibbonigiuseppe.it – La foto del maestro Gibboni con il Presidente della Repubblica Mattarella è di proprietà del sito www.quirinale.it

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -