giovedì, Giugno 13, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsComunicati StampaTeatro San Carlo: presentata la stagione 2023/2024

Teatro San Carlo: presentata la stagione 2023/2024

La prestigiosa “Prima”, con la Turandot di Puccini, il 9 dicembre

Presso il Café del Teatro, suggestiva location all’interno del Massimo Napoletano, il Sovrintendente Stéphane Lissner ha tenuto la conferenza stampa di presentazione della stagione 2023/2024 del San Carlo di Napoli.

Un evento importante non soltanto per gli abituali frequentatori del celebre teatro, ma anche per l’amministrazione e la popolazione tutta di una città che mai quanto quest’anno sta vivendo dei momenti meravigliosi per la cultura, il turismo e per lo sport. 13 opere, 6 balletti, 15 concerti e 4 recital: proprio questi ultimi animeranno il festival pianistico, nato sotto la direzione Lissner e che giungerà nel 2024 alla sua terza edizione. Si attende il ritorno di tutte le stelle della lirica, della direzione musicale, nonché del pianoforte. Tantissimi gli esordi e le nuove produzioni, diverse anche le tournée internazionali, che vedranno l’Orchestra del Teatro San Carlo in giro per l’Europa e per il mondo.

Puccini per la prima inaugurale.

L’attesissima prima inaugurale di quest’anno per la stagione operistica andrà in scena il 9 dicembre  con la Turandot di Puccini, diretta da Dan Ettinger, il nuovo direttore musicale, con la regia del debuttante Vasily Barkhatov. Nel cast compaiono nomi internazionali quali la protagonista Sondra Radvanovsky, Yusif Eyvazov nel ruolo di Calaf, insieme al soprano Rosa Feola e il baritono Sergio Vitale. La scelta di aprire la stagione con un’opera del compositore lucchese non è stata casuale, dal momento che nel 2024 ricorreranno i 100 anni dalla morte. 

Il resto della programmazione conferma le attenzioni che il Sovrintendente ha rivolto in questi anni alla macchina delle rappresentazioni operistiche: tante le  nuove produzioni e le collaborazioni con i maggiori teatri italiani ed europei.

Il calendario prosegue con I vespri siciliani, soprano Maria Agresta, opera che nella versione italiana mancava al San Carlo da 69 anni; il Don Giovanni con Andrzej Filo?czyk a regia di Mario Martone. Nel mese di Marzo gli amanti del belcanto non potranno mancare, dopo un’attesa durata 3 anni, alla Norma di Bellini, diretta dal giovane maestro (ma non affatto nuovo a Napoli) Lorenzo Passerini.

Altra opera che mancava da tempo a Napoli è la Gioconda di Ponchielli, che ha attirato immediatamente l’attenzione del pubblico internazionale, dal momento che tutte le recite vedranno in scena la diva Anna Netrebko, Jonas Kaufmann (presente alla conferenza, impegnato attualmente per la rappresentazione del Die Walküre di Wagner) e il celeberrimo baritono francese Ludovic Tézier.

In estate ancora una volta presente in cartellone la Traviata, diretta da Giacomo Sagripanti e con la magnifica Lisette Oropesa, fresca vincitrice del prestigioso premio Abbiati, Luca Salsi e Xabier Anduaga, rispettivamente nei ruoli di Germont padre e figlio. Tra gli altri titoli, le due esecuzioni in forma di concerto Luisa Miller e Simon Boccanegra, la seconda delle tre corone donizettiane Maria Stuarda, le straniere Elektra di Strauss e la doppia rappresentazione del Castello di Barbablù e La voce umana. A chiudere la stagione, la Carmen di Bizet.

G. Scafuro con Lisette Oropesa

Tra i balletti si distingue il Romeo e Giulietta di Prokofiev; da segnalare la presenza di grandi musicisti quali i pianisti Lucas Debargue e Nikolay Lugansky e il virtuoso violinista Leonidas Kavakos. Ad aprire il festival pianistico sarà il celeberrimo Grigory Sokolov con un programma in fase di definizione, seguito da David Fray, Mikhail Pletnev e l’italo-svizzero Francesco Piemontesi.

All’attento lettore non passerò inosservata l’assenza di opere di Gioachino Rossini, nonché degli autori del Seicento e del Settecento Napoletano, che i melomani e i veterani attendono da anni, oltre alla presenza di due opere senza scenografia.

Il San Carlo mantiene alto il livello delle sue rappresentazioni, quest’anno impreziosite dai lavori di restauro che hanno interessato l’intera sala a ferro di cavallo, compiuti nel tempo record di meno di tre mesi, e si prepara ancor più ad accogliere i turisti e gli amanti del teatro d’opera da tutto il mondo. Senza dubbio la punta di diamante della cultura musicale non solo partenopea.

A cura di Giuseppe Scafuro – immagini riservate

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -