martedì , Giugno 28 2022

“Operamolla”: il paradosso del male di vivere

Luca Ruocco e Ivan Talarico (DoppoSenso Unico) propongono una riflessione sul tema del malessere esistenziale sottesa ad una comicità cinica e disincantata.

Due fratelli si intrattengono in bizzarre riflessioni davanti al presunto cadavere di un terzo fratello. Per essere certi che una persona sia morta davvero, bisogna applicare alcuni metodi infallibili: tirare al malcapitato dei calci, tastargli il polso, fargli delle domande per verificare se risponde, controllare il respiro ed i riflessi. Quando uno dei due fratelli “veglianti” muore realmente – come dimostrato dai riscontri scientifici di cui sopra –, tre spettatori sono chiamati a spogliare la salma per poi rivestirla dell’abito funebre in preparazione delle esequie; il pubblico tutto, quindi, è invitato ad accompagnare in una sommessa processione il defunto, sorretto dai tre prescelti, uscendo all’esterno del teatro fino a raggiungere il piazzale antistante: qui, tra lo stupore dei passanti increduli, il cadavere viene adagiato a terra, mentre i presenti sono esortati ad inginocchiarsi, a pregare per lui e a spendere estemporanee parole di elogio sui suoi meriti e sulle sue virtù. Si rientra in teatro e, dopo le condoglianze di rito, il morto, miracolosamente risorto, fa il suo ritorno in scena. A questo punto la meditazione teatrale dei due protagonisti si impernia nello specifico su “malattie” diffuse della nostra epoca; malattie che, tramite dei cartellini, vengono affibbiate ad ignari spettatori, convocati di volta in volta sul palco per essere sottoposti ad opportuni interventi terapeutici. Tra i malati figurano il cinico fisiologico, il masticatore di pensieri, i tumorati (si badi, non timorati!) di Dio e persino un povero cammello – le cui gobbe diventano metafora dei tormenti interiori –, costretto a bere litri di acqua per dimenticare. Ma in una società malata come la nostra è sempre auspicabile guarire? Non è per caso da considerare vero malato l’individuo sano, visto che, a differenza del malato vero e proprio, non ha il privilegio di sapere come morirà? E poi vale la pena sprecare tempo prezioso a snocciolare preghiere, come raccomandano i santi, che neppure sortiscono l’effetto sperato?
“Operamolla” (2015) è una riflessione contorta e paradossale sul tema del malessere esistenziale, fisico e psichico, condotta da Luca Ruocco ed Ivan Talarico attraverso il filo conduttore di una comicità sottile e cinica – a tratti anche demenziale –, tale da indurre lo spettatore a rimuginare e ad interrogarsi, nella speranza di trovare possibili risposte a domande mal poste. Riflessione intervallata dalle interruzioni fintamente sentenziose di due corvi gracchianti, nel sottofondo musicale della “Marcia funebre per una marionetta”, noto tema delle serie televisive di Alfred Hitchcock. Significativa la scelta del titolo, che è una dedica “postuma” a Felice Operamolla, il figurante che accompagnava i due interpreti nei loro spettacoli teatrali, rimasto vittima di un male incurabile che non volle rivelare a nessuno. Il duo Ruocco-Talarico, fondatore della compagnia indipendente DoppioSenso Unico, tra le proposte più interessanti e originali del panorama del teatro contemporaneo, con “Operamolla” chiude un’ideale trilogia che comprende “La variante E.K.”(2013) sul tema del suicidio e “gU.F.O.” (2014) sul tema dell’alienazione. L’allestimento scenico è a cura di Stefania Onofrio.

Massimiliano Longobardo

image_printStampa Articolo

Chi è Redazione StreetNews.it

Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.

Leggi anche

Da domenica 3 luglio ritorna il TEATROallaDERIVA

Il direttore artistico Giovanni Meola introduce le novità dell'undicesima edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: