martedì , Giugno 28 2022

“ Lorca “, il nuovo album dei “ Sleepwalker’s Station “!

Girano il mondo con la loro musica, più di 700 concerti all’attivo… “ Sleepwalker’s Station “! Contatto Francesco Cellini che parla a nome del gruppo.
Come inizia il vostro percorso, in che modo vi incontrate?
Ci incontriamo per caso anni fa come le storie più belle, avevamo amici in comune, ognuno aveva esperienze musicali diverse, apprezzavamo ciò che ciascuno di noi proponeva, abbiamo deciso di unirci e da 12 anni procediamo insieme.
Come nasce il nome del gruppo?
E’ un nome né concreto, né dissociato dalla realtà, rappresenta sonnambuli che si incontrano, ognuno col proprio viaggio, come direbbe Vasco, e creano una situazione di scambio.
Più di 700 concerti all’attivo, cosa si prova?
Una grande emozione! In ogni concerto proponiamo qualcosa di diverso, possiamo essere 1 o 20, la tipologia è sempre differente, ci sono sempre novità, ogni volta è come se fosse la prima.
Spostarsi da uno Stato all’altro, quali sono le maggiori differenze?
Le situazioni cambiano da luogo a luogo, generalmente all’estero c’è più coinvolgimento, gli stessi gestori dei locali riescono a suscitare grande interesse, un aspetto culturale molto importante.
Il 16 aprile è uscito il vostro nuovo singolo “ Uno di noi “ che ha anticipato l’uscita dell’album “ Lorca “.
Si, il singolo è stato una novità anche per noi, il primo in lingua italiana, l’eccezione in un disco strutturato in più componenti linguistiche. Racconta di uno di noi, di un’esperienza condivisa e condivisibile, qualcuno che deve muoversi per vivere, che dev’essere altro. L’album è prodotto da noi stessi attraverso una campagna di supporto, “ Crowdfunding “,  è in 5 lingue  e 4 dialetti diversi, l’unicità nasce dal fatto di trovare una voce pertinente legata a contesti particolari. Un gruppo di musicisti europei che ha come punto di forza proprio le differenze. Cerchiamo di inviare un messaggio positivo, fare delle differenze un comune progetto.
C’è un momento che ricordate in maniera particolare?
Quando siamo stati premiati da Mogol con il premio “ CET “ come miglior proposta indipendente, una bella soddisfazione, sensazioni straordinarie.
Vi frequentate al di là del lavoro?
Abitando in luoghi diversi è un po’ complicato, ma quando ci vediamo è come ritrovarsi, un incontro di famiglia.
Progetti futuri?
Soprattutto promuovere il nuovo album, abbiamo già diversi impegni,  per tutte le date ed aggiornamenti ci si può avvalere della nostra pagina ufficiale presente su facebook.
Sonnambuli che inconsapevolmente si incontrano. “ Ognuno col proprio viaggio e creano una situazione di scambio” … Che consente di donare la parte migliore…
Segui su facebook il gruppo musicale Sleepwalker’s Station clicca sul link
https://www.facebook.com/sleepwalkersstation/
di Saporito Margherita

image_printStampa Articolo

Chi è Margherita Saporito

Saporito Margherita, 38 anni, giornalista pubblicista, appassionata di poesia, nutre un grande amore per la scrittura. Collabora con la redazione di “StreetNews” da Settembre 2016.

Leggi anche

Da domenica 3 luglio ritorna il TEATROallaDERIVA

Il direttore artistico Giovanni Meola introduce le novità dell'undicesima edizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: