venerdì, Maggio 24, 2024
No menu items!
HomeRedazione StreetNewsCultura ed EventiFESTIVAL DI SANREMO - IL PAGELLONE DELLA PRIMA SERATA

FESTIVAL DI SANREMO – IL PAGELLONE DELLA PRIMA SERATA

Anna Oxa – Sali: frequentatrice abituale della città dei fiori, torna all’Ariston per la quindicesima volta. Lo fa con un brano serio, dalle tonalità troppo alte per coinvolgere il pubblico. La sala stampa la penalizza, facendola partire dal fondo. Forse ci rimarrà. Voto 4,5

gIANMARIA – Mostro: reduce da un secondo posto ad X Factor e dalla vittoria della categoria “Nuove proposte”, si presenta per la prima volta sul palco di Sanremo con un brano che rispecchia perfettamente la personalità del giovanissimo cantautore. La melodia delle strofe convince, meno quella del ritornello. Voto 5

Mr.Rain – Supereroi:
anche per lui si tratta di un esordio al festival. Porta un brano armonicamente valido in cui bilancia, perfettamente, il cantato con il coro di voci bianche alle sue spalle. Ci racconta di quanto sia più facile condividere le proprie incertezze con qualcuno che ci tenga per mano e ci renda, come i supereroi, invincibili. Voto 7

Marco Mengoni – Due vite:
si presenta all’Ariston a distanza di dieci anni dalla sua ultima apparizione, quando vinse con “L’essenziale”. Arriva con i favori dei pronostici e conferma ampiamente le aspettative. Il ritornello funziona, la voce c’è, il melodramma riarrangiato in chiave pop anche. Favorito. Voto 7,5

Ariete – Mare di guai: anche lei entra a far parte della scuderia degli esordienti a questo festival. Il brano, realizzato con la collaborazione di Calcutta e di Dardust, rispecchia perfettamente il genere di entrambi. Nel complesso potrebbe essere anche un pezzo valido ma l’interpretazione, figlia forse della troppa emozione, è scadente. Voto 5

Ultimo – Alba:
Torna a Sanremo dopo quattro anni dalla famosa sfuriata in sala stampa. Ha una maturità diversa ed alle spalle un tour sold out negli stadi di tutta Italia. Alba è un pezzo che va ascoltato guardandosi dentro, dunque abbandona il pianoforte e si lascia andare ad un’interpretazione più intima. Probabilmente troppo poco per poter ambire alla vittoria, ma va egualmente inserito tra i favoriti. Voto 7-

Coma Cose – L’addio: Passare dalla complicità di “Fiamme negli occhi” ed arrivare ad un addio, farebbe pensare ad una caduta nella vita sentimentale della coppia di cantautori. Invece ci raccontano, con una ballad nostalgica ma romantica, un pezzo di vita in cui nonostante le difficoltà, l’addio non è mai una possibilità. Voto 6,5

Elodie – Due:
Non sarà un brano fatto di eccessi, come quello delle sue ultime hit estive, ma la cantante romana riesce a farti entrare in testa qualsiasi cosa le esca dalla bocca. Orecchiabile e radiofonico, funziona. Voto 6,5

Leo Gassmann – Terzo cuore:
scritto dal frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, Riccardo Zanotti, il pezzo pop portato in gara dall’ex vincitore delle “Nuove proposte” risulta a tratti banale. Notevole l’impegno di Leo, ma il brano non va.
Voto 5

I Cugini di Campagna – Lettera 22:
ci sono voluti 53 anni di carriera per poterli vedere per la prima volta all’Ariston. Arrivano con un brano scritto dal duo de “La Rappresentante di lista”. Un brano vintage, che riporta il festival indietro nel tempo. Nel complesso funzionerebbe anche, ma non siamo nel 1985. Marty McFly. Voto 5,5

Gianluca Grignani – Quando ti manca il fiato:
Il falco senza catene torna a Sanremo con un racconto di vita personale. Il testo, dedicato al padre, è particolarmente sentito dall’artista che pecca nell’interpretazione. La presenza su quel palco, però, è la testimonianza di un uomo che, nonostante sia in continua lotta con le proprie debolezze, trova sempre la forza per metterci la faccia. Grazie Gianluca. Voto 6+

Olly – Polvere:
reduce anch’egli dalla categoria “Nuove proposte”, porta all’Ariston un brano praticamente identico a quello che gli aveva concesso il pass tra i Big. Si è praticamente plagiato da solo. Farà fatica a risalire dal fondo. Voto 4,5

Colla zio – Non mi va:
accedono alla competizione passando dalle nuove proposte. Dovevano essere una mina vagante e lo sono stati. Nonostante abbiano cominciato a cantare a ridosso dell’alba, riescono a fare ugualmente casino. Il pezzo andrò forte in radio. Voto 6+

Mara Sattei – Duemila minuti:
esordisce a Sanremo con un brano elegante e raffinato come la sua voce. Interpretazione impeccabile. Il testo purtroppo è “insipido”. Voto 6

a cura di
Matteo De Cicco

image_printStampa Articolo
Redazione StreetNews.it
Redazione StreetNews.it
Il 16 Settembre 2016 nasce StreetNews.it, quotidiano on-line di diffusione delle principali notizie regionali e nazionali con un particolare focus sulle news locali. La redazione, avvalendosi della collaborazione di professionisti in vari settori come grafica pubblicitaria, web e social marketing, web master, videomaker e film-maker, giornalisti, fotografi, event manager e altri, offre la possibilità di realizzare piani di comunicazione su misura: Articoli, comunicati stampa, banner grafico da inserire in video e rubriche, banner sito, cortometraggi e realizzazioni video per privati, aziende e locali, reportage fotografici. Sponsorizzazione negli eventi organizzati dalla redazione: Striscione, Flyers, T-shirt, Gadgets.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

articoli popolari

commenti recenti

- Advertisement -