martedì , Gennaio 25 2022

Bacoli: visite guidate ieri pomeriggio alla Piscina Mirabilis e alle Cento Camerelle

In occasione della festività dedicata alla santa patrona di Bacoli, ieri, 26 luglio, l’lATS StraMirabilis (composta da Associazione Culturale Misenum, Cooperativa sociale Tre Foglie e Coop4Art) e il Parco Archeologico dei Campi Flegrei hanno organizzato, in 4 turni (dalle ore 17 alle 20) – che hanno registrato il pieno delle prenotazioni –, visite guidate alla Piscina Mirabilis, la più grande cisterna di acqua potabile costruita dai romani, punto di arrivo dell’acquedotto augusteo del Serino, e alle Cento Camerelle – eccezionalmente aperte per l’evento –, un impianto idraulico di una villa privata appartenuta a Quinto Ortensio Ortalo, oratore e console romano, vissuto a cavallo tra il II e il I sec. a.C.

Un percorso d’acqua che ha fatto tappa tra le stradine del centro storico di Bacoli, alla scoperta anche di qualche cisterna minore nascosta e ignota ai più, come quella nei pressi nella chiesa di sant’Anna. Così il sindaco Josi Gerardo Della Ragione ha commentato l’apertura straordinaria del sito delle Centum Cellae: «Una svolta attesa da anni. A pochi passi dalla Piscina Mirabile. Si sta creando la rete tra tesori archeologici che attraversa la città. È una sfida che stiamo vincendo».

La Piscina Mirabilis rimane aperta al pubblico il venerdì, il sabato e la domenica. Necessaria la prenotazione. Per informazioni, cliccare qui


Massimiliano Longobardo

Piscina Mirabilis
Cento Camerelle
image_printStampa Articolo

Chi è Massimiliano Longobardo

Dottore di ricerca in filologia classica e insegnante di latino e greco, ha precedentemente collaborato con cevitasumarte.it. Atleta master di nuoto per il salvamento, ha vinto il Circuito Nazionale di categoria nelle stagioni agonistiche 2015, 2019 e 2020.

Leggi anche

La direttrice Oksana Lyniv non delude: 10 minuti di applausi per ‘Walküre’ al Teatro Manzoni di Bologna

Oksana Lyniv ha fatto il suo debutto ufficiale all’Auditorium del Teatro Manzoni ottenendo un successo trionfale (l'ovazione è durata circa decina di minuti) aprendo la stagione operistica 2022 con il poema sinfonico di Richard Strauss, ‘Tod und Verklärung’ (Morte e trasfigurazione) cui è proseguito il primo atto di ‘Walküre’ (La Valchiria), dal monumentale Ring wagneriano, proposto in forma di concerto con le voci di Elisabet Strid (Sieglinde), Stuart Skelton (Siegmund) e Georg Zeppenfeld (Hunding).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: