fbpx

Sulla mia pelle: il racconto biografico degli ultimi 7 giorni di vita di Stefano Cucchi

Voto 

Scheda del film 

Genere Drammatico – Italia, 2018, durata 100 minuti.

Regia di Alessio Cremonini con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano, Andrea Lattanzi.

Consigliata la visione: Sì a pubblico +16

 

Uno degli eventi che ha fatto tanto scalpore in Italia dal 2009 è la triste storia di Stefano Cucchi (interpretato da Alessandro Borghi), un uomo di 31 anni, geometra con piccoli precedenti di droga e dalla corporatura esile (altezza 162 cm, peso 43 Kg), che vive l’incubo più brutto della sua vita.
Intorno a questa storia drammatica il film scorre ripercorrendo i momenti salienti di quella settimana.
Cremonini sceglie un buon cast per portare sul grande schermo questa storia. Oltre ad Alessandro Borghi, che in una delle sue interviste rilasciate ha dichiarato di aver perso notevolmente peso per il ruolo assegnatogli, troviamo tra i principali attori Jasmine Trinca (nel film è la sorella Ilaria) e Max Tortora (il padre di Cucchi). Riguardo l’attrice romana, per scelte di soggetto e sceneggiatura, è presente solo in poche scene (contrariamente a quanto ci si poteva aspettare); da questo si evince che la sorella entra in gioco non tanto negli ultimi momenti del fratello. Discorso diverso invece per Max Tortora; un attore che ha fatto sempre commedia e ridere la gente, qui è cresciuto a dismisura ricevendo un ruolo molto più serio: quindi promosso a pieni voti.
Sulla mia pelle è un film riuscito perché cattura letteralmente lo spettatore e lo costringe a rimanere incollato alla poltrona dall’inizio alla fine. Scenografia ben curata che mette in luce gli ambienti tetri in cui Stefano Cucchi ha dovuto vivere i suoi momenti terribili. Le interpretazioni degli attori riescono a condurci senza difficoltà al gergo e modo di pensare di una realtà popolare romana.
Tutti questi fattori consentono al pubblico di non restare fuori campo ma di vivere questo racconto biografico.
di Alessandro Testa