mercoledì , Agosto 5 2020


“PS POST SCRIPTUM” QUANDO LA MUSICA È IMPEGNO SOCIALE

Nei giorni scorsi è uscito il nuovo singolo di Virginio dal titolo “PS POST SCRIPTUM”, il cui testo è tratto da una lirica estremamente significativa scritta da un detenuto.

La rappresentazione in chiave musicale dell’attuale sistema carcerario in un disco interpretato con un certo coinvolgimento emotivo, dal quale filtra un incisivo messaggio sociale sul quale fermarsi a riflettere.

1) È appena uscito il suo ultimo brano “Ps Post Scriptum”, tratto dal testo di una poesia scritta da un detenuto al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica circa il sistema carcerario; un progetto di grande rilevanza dal titolo fortemente simbolico:  “Parole Liberate”. Vorrebbe parlarmene?
“Parole Liberate” è un’associazione che porta avanti questa bellissima iniziativa e cioè di far musicare da cantautori della musica italiana delle poesie di persone detenute. Nella prima edizione era stato Ron a musicare una poesia e in questa edizione il sottoscritto. È stupendo poter dare valore a delle parole così belle e profonde come quelle di Giuseppe Catalano, autore della poesia che è diventata la mia nuova canzone.


2) Volgendo uno sguardo indietro, qual è il ricordo più caro che conserva in merito alla sua partecipazione del  Sanremo Giovani?
Beh, ero giovanissimo e avevo paura di quel palco. Però ero certamente felice e così carico, tanto che non mi fermavo un attimo. Nel mio mestiere la parte della promozione, che a tanti miei colleghi pesa, a me ha sempre dato grande energia.

3) Quali sono i momenti salienti della sua produzione discografica?
Certamente la partecipazione a Sanremo, con una canzone che tutt’oggi le persone ricordano, e anche la vittoria al programma “Amici”, in cui cantai “Ad Occhi Chiusi”, la canzone scritta insieme a Saverio Grandi, autore storico di Vasco.

4) Nel suo interessante percorso artistico ha anche collaborato con un’artista molto amata dal pubblico: Laura Pausini. Quali brani ha scritto per lei?
Diversi, tra cui “Limpido” che lei ha cantato con la star internazionale Kylie Minogue ed “E Sta A Te” che la scorsa estate ha portato in giro col suo tour, tra cui i due concerti speciali al Circo Massimo di Roma.

5) Recentemente, sempre in veste di autore, ha partecipato ad un’iniziativa promossa dall’Avis e da altre associazioni di settore. Lodevole il suo impegno nell’ambito socio-sanitario; viviamo un’epoca contrassegnata da forti criticità, che spesso hanno una ricaduta negativa sulle necessità primarie delle persone, fra le quali quelle salvavita. Potrebbe spiegare ai nostri lettori il contenuto di questo brano?
Concepita per la bellissima voce di Chiara Galiazzo,  con l’obiettivo di portare avanti una compagna di sensibilizzazione sulle donazioni di sangue, in realtà è una canzone che racconta quanto oggi sia importante donare, in senso generale. Il testo racconta come sia normale avvertire nel quotidiano una certa fragilità, dal momento che continuiamo ad avere cura delle cose, mettendo le persone in secondo piano. Occuparsi degli essere umani sembra persino un qualcosa che va controcorrente…

6) Progetti artistici per il nuovo anno, giunto ormai alle porte?
Porterò avanti il progetto PS POST SCRIPTUM, ma soprattutto in primavera sarò in tour in America per un progetto insieme alla SIAE e al Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere la musica italiana all’estero.
Un’altra iniziativa che mi riempie di orgoglio. Orgoglio tutto italiano.

di Daniela Cecchini

image_printStampa Articolo

Chi è davidenapoletano

Davide Napoletano, classe 1987, organizzatore per il mondo degli eventi di piazza, locali, privati e di beneficenza, ama in modo particolare la scrittura e dopo aver collaborato con giornalisti famosi a livello nazionale decide di dar vita al quotidiano online StreetNews.it e seguire anche la strada della notizia come reporter/giornalista. I suoi hobby sono la grafica pubblicitaria, fotografia e il marketing pubblicitario.

Leggi anche

Al via la 41a edizione del Rossini Opera Festival

Si scaldano i motori per la 41a edizione del ‘Rossini Opera Festival’(8-20 agosto 2020).  La …

Un commento

  1. Molto bella Grazieeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat