mercoledì , 1 Aprile 2020

Potere e crimine si sposano con la corruzione

Suburra

Voto

Scheda del film
Genere Drammatico – Italia, 2015, durata 130 minuti.
Regia di Stefano Sollima con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola, Alessandro Borghi, Greta Scarano. 
Consigliato:

Un intreccio di storie accomunate da due fattori: il potere e il crimine. Novembre 2011. Silvio Berlusconi è pronto per rassegnare le dimissioni da Presidente del Consiglio; in quello stesso periodo Papa Ratzinger matura l’idea di ritirarsi a vita privata e diventare papa emerito.

Assistiamo ancora una volta ad un passaggio cruciale della storia italiana: l’abbandono di due “padri”, uno politico e l’altro religioso. E in questo momento di sbandamento, il crimine prende il ancora di più il sopravvento; ma lo fa grazie all’appoggio del potere oramai corrotto.

Storie che si intersecano; distanti in un primo momento ma che poi, con il passare dei minuti, si avvicinano sempre più.
Sollima realizza un altro ottimo lavoro cinematografico dopo ACAB e Gomorra. Ma merito della buona riuscita va attribuito anche agli attori protagonisti come Pierfrancesco Favino (per la prima volta in nudo integrale e alle prese con delle scene erotiche), Claudio Amendola, Alessandro Borghi (ancora poco conosciuto prima di interpretare Stefano Cucchi) ed Elio Germano.
Una pellicola ben riuscita anche per la trama intrigante e ben curata. Infatti, il film ha ricevuto diverse candidature a vari premi (tra cui i David di Donatello); è riuscito a vincere un Nastro d’argento.
Si consiglia la visione ad un pubblico maggiorenne.
Alessandro Testa
[metadata element=”date,comments,views” ]
image_printStampa Articolo

Chi è Alessandro Testa

Classe 1984, è ingegnere e allo stesso tempo critico cinematografico e appassionato di cronaca e giornalismo. Dal 2019 collabora per StreetNews.it!

Leggi anche

Una lettera d’amore al cinema

Al suo nono (e, sembra, penultimo) film, Quentin Tarantino ci mostra il suo animo da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Powered by