I “LA RUA”: tante belle prospettive e il loro nuovo album “NESSUNO SEGNA DA SOLO”!

Idee, pensieri prendono forma, diventano musica… “LA RUA”!

Ho il piacere di intervistarli, dall’altra parte c’è Daniele che risponde a nome del gruppo.

Come vi incontrate?

Tutto è partito nel 2009, in realtà ci conoscevamo già, è nata questa band, poi è intervenuto anche Dario Faini con il quale  abbiamo iniziato a lavorare insieme per mettere in musica idee, testi, tutti insieme abbiamo poi proseguito questa splendida avventura.

In che modo nasce il nome del gruppo?

Le “rue” ad Ascoli sono le vie che portano al centro storico, abbiamo voluto immaginare una strada che non arriva mai a destinazione, da lì il nome “LA RUA”, la musica è un viaggio senza fine.

Avete partecipato al programma “Amici”, cosa vi ha lasciato questa esperienza?

C’è stato un grande lavoro artistico, poter lavorare con una coach come Elisa e con Emma Marrone è stato molto importante. Abbiamo lavorato soprattutto a stretto contatto con Elisa, è stato un insegnamento ineguagliabile, abbiamo vissuto un anno che ha racchiuso un immenso lavoro artistico, una palestra creativa, è stata un’esperienza realmente molto formativa.

E poi nel 2018 giungete a “Sanremo Giovani” con il brano “Alla mia età si vola”.

Si è stato molto bello, siamo contenti di essere arrivati primi al televoto con il 35% di preferenze e secondi nella classifica generale, grandi emozioni come quelle che viviamo tutte le volte che ci esibiamo in un concerto dal vivo, sensazioni molto forti che sentiamo a contatto con il nostro pubblico.

Dal 19 aprile è in rotazione radiofonica “Alta velocità”, il primo singolo estratto dall’album “NESSUNO SEGNA DA SOLO” (Universal Music) uscito il 26 aprile.

Nell’album ogni canzone ha il suo “perché”, “Alta Velocità” descrive un amore quando esplode attraverso metafore particolari, è un brano che coinvolge molto il pubblico. L’album rappresenta il lavoro di 2 anni, Dario Faini si è occupato della produzione, si tratta di un disco in cui tutti hanno lavorato, tutti hanno dato tanto, non a caso abbiamo scelto un titolo che facesse capire il lavoro di squadra che vi è alla base.

C’è un momento che ricordate in maniera particolare?

Quando quest’anno abbiamo ricevuto il “Premio Assomusica” a Sanremo come “Migliore performance live”.

Vi frequentate al di là del lavoro?

Certo,  siamo amici e condividiamo tanti momenti.

Progetti futuri?

Stiamo già scrivendo il prossimo disco, l’8 giugno partirà il nuovo tour, procediamo con i vari impegni, per tutte le novità ed aggiornamenti ci si può avvalere delle nostre pagine ufficiali presenti sui vari social.

 

“La musica è un viaggio senza fine”…

Che porta ad esplorare luoghi incantati, straordinari…

 

di Saporito Margherita

 

leave a reply