I Boys87 tra religiosità e folklore per le strade di Cicciano

Domenica 5 maggio a Cicciano, paese dello storico marchio della pasta russo, si terrà la giornata conclusiva della festa in onore di Maria SS degli angeli con la sfilata di carri allegorici. Per l’ occasione abbiamo intervistato il progettista Giuseppe Infante del carro boys 87.

 Giuseppe quando è stato fondato il comitato?

Il Comitato Boys’87 nasce nell’anno 1987, fondato da mio padre Saverio Infante (già componente del comitato festa Madonna degli Angeli) ed altri giovani ragazzi di Cicciano.

A seguito della disgrazia avvenuta nel 1986 durante la processione di S’Antonio Abate, dove persero la vita alcune persone, si decise, nello stesso anno, per la Festa in onore di Maria SS. Degli Angeli di non realizzare alcun carro per lutto cittadino; nell’anno successivo, e cioè 1987, c’era poca propensione a festeggiare con l’uscita dei carri, per evitare di far scomparire le nostre tradizioni nacque il comitato Boys’87.

 Don mariano (prete di Cicciano) ha voluto accordare a tutti lo stesso tema :”il cristianesimo “;voi avete scelto la santa cresima, mi spieghi il significato e come avete rappresentato l opera?

 La Confermazione, nota più comunemente come Cresima, è un sacramento della Chiesa cattolica che esprime la discesa dello Spirito Santo sui credenti tramite l’imposizione delle mani da parte degli apostoli e dai loro successori, i Vescovi.

Il tema dell’Opera vuole richiamare alla memoria gli anni in cui, durante i festeggiamenti in onore di Maria Ss. Degli Angeli, era consuetudine per ilpopolodi Cicciano e dei paesi limitrofi prendere parte attivamente o anche solo per assistere al RITO SACRO DELLE CRESIME.

L’ Opera presenta nella parte iniziale una COLOMBA, simbolo del DONO PENTECOSTALE che pervade l’animo del cresimando attraverso l’effusione dei SETTE DONI dello Spirito Santo:

Sapienza

Intelletto

Consiglio

Fortezza

Scienza

Pietà

Timore di Dio

Nella parte centrale dell’Opera è rappresentata la funzione vera e propria del Sacramento della Cresima, amministrato dal Vescovo, che lo conferisce con l’imposizione delle mani e l’unzione della fronte del fedele col sacro crisma pronunciando le parole sacramentali: «Ricevi il sigillo dello Spirito Santo che ti è dato in dono».

Il fedele, durante il rito, è assistito da un padrino o madrina, cui spetta il compito di garantire che il cresimando si comporterà da «vero testimone di Cristo»

L’Opera si chiude con la raffigurazione della parte interna finale della Chiesa Maria SS. degli Angeli.

Possiamo, infatti, intravedere la Sacra Immagine della Madonna posta sul piedistallo addobbato con fiori antistante   l’Arco che ci accompagna all’Altare Sacro, anch’esso adornato con fiori, che custodisce il Quadro ritrovato nel 1446 raffigurante la Madonna degli Angeli di Cicciano.

Il messaggio spirituale dell’Opera è un Inno alla Pace ed un invito a riscoprire profondamente la nostra vita religiosa e ad esercitare realmente le sue qualità benefiche nei pensieri, negli atteggiamenti e nelle azioni di ogni giorno.

Solo la totale adesione ai valori universali della FRATELLANZA, dell’UNIONE, della VERA PACE e dell’AMORE salveranno l’uomo dal baratro della disperazione e della dissoluzione che si allarga sempre più in ogni nostro giorno.

 Da chi è composto il comitato?

Progettista: Infante Giuseppe

Costruttore: Bottega D’Arte Tudisco

Presidente Onorario: Itri Benedetto

Presidente: De Riggi Giuseppe

Vicepresidente: Cavezza Sam

Gli altri componenti del comitato che hanno partecipato attivamente per la realizzazione del carro: Barbarisi Giovanni, Cavezza Francesco di A., Cavezza Francesco di L., Cavezza Francesco di S., Cavezza Luigi o’ stuccator, D’Avanzo Francesco, De Lucia Raffaele, Delle Cave Giovanni, Foresta Salvatore, Granata Raffaele, Infante Saverio.

 Chi ha realizzato l opera è quanto tempo avete impiegato?

Principalmente, per la realizzazione del carro, ci siamo rivolti alla Bottega D’Arte TUDISCO di Nola che ha eseguito i lavori in modo impeccabile in sinergia con il Comitato ed il progettista.

Inoltre, anche alcuni componenti del comitato sono stati coinvolti nella costruzione del carro mettendo a disposizione la loro esperienza lavorativa in vari settori per conseguire l’obiettivo prefissato.

I tempi di realizzazione tra scelta di colori, montaggio luci, realizzazioni in cartapesta e incidenti di percorso ( che non mancano mai ) si aggirano intorno ai 2 mesi lavorativi.

Qual è il significato della festa per voi del comitato?

Per il comitato, la Festa è un momento di aggregazione e uno strumento di crescita sociale e civile che richiede l’impegno di tutti, non solo dei comitati carri e del comitato festa, ma anche degli enti locali che potrebbero fare di più.

L’ artista che concluderà il carro sarà Antonio Manganiello, star indiscussa di Cicciano.

Non ci resta che attendere con ansia il 5 maggio e fare follie con i coriandoli. La cittadinanza è tutta invitata per dare il giusto apporto a questa festa dalle mille sfaccettature.

di Rosalba Lisbo Parrella

leave a reply

Street News

News da leggere