fbpx

Gianni Molaro lo stilista dei record si racconta ai microfoni di StreetNews

Gianni Molaro è un affermato stilista italiano, nato nel 1966 a San Giuseppe Vesuviano, paese poco distante dalla meravigliosa Napoli, città d’arte e cultura, protagonista del romanzo “Un amore diverso” edito da Mondadori. Gianni Molaro ha esordito nel campo della moda nel 1990, quando poco più che ventenne aprì il suo primo atelier a San Giuseppe Vesuviano. Egli è noto a tutti come lo stilista dei record, poichè ha firmato un’impresa sartoriale da guinness, attraverso la realizzazione del velo da sposa più lungo del mondo di m.326,70! Inoltre, ha confezionato l’abito da sposa più largo del mondo, con un diametro di oltre m.13 ed anche quello più costoso, tempestato da settemila diamanti, in vecchie lire aveva un valore commerciale mozzafiato di 10 miliardi. Nel 1999 Santo Versace lo ha selezionato tra le stelle emergenti del fashion system per il calendario dedicato all’Alta moda romana; nel 2015 ha vinto il Premio internazionale ‘Doc Italy – Viaggio attraverso l’Eccellenza; Raidue ha scelto Molaro per guidare l’Accademia della Moda di Detto Fatto, all’interno della quale è diventato un tutor insostituibile. Sempre a proposito di primati, un’altra curiosità: ha creato anche l’abito da sposa più pesante di tutti i tempi di ben kg. 216, realizzando una creazione senza precedenti e di altissimo livello, esattamente come il suo talento.

 

Il creatore di moda è ritenuto uno tra gli esponenti di punta dell’avanguardia nel settore moda; nel 2013 è stato definito “Il profeta della art couture” dalla rivista Rendez Vous. A giugno 2012 ha inaugurato il meraviglioso atelier romano di Piazza di Spagna e per l’occasione la grande scalinata è stata coperta con 3000 metri di tulle bianco.

Chioma bianca, persona dinamica e ambiziosa con tanti e importanti progetti in cantiere, è amato da tutte le donne che nel giorno del proprio matrimonio scelgono i suoi meravigliosi abiti.

Oggi lo stilista italiano dei record si è raccontato alla nostra rubrica “Interviste” di Streetnews.it.

 

“Non amo realizzare solo abiti.
Il mio piacere è quello di soddisfare i vostri sogni”

cit. Gianni Molaro

 

Quando ha cominciato ad interessarsi di moda e perché solo sul genere femminile?

Ho iniziato quando avevo 16 anni, in verità ho disegnato tutto: jeans, bambino, pellicce, Pret à Porter, Alta moda etc, ho scelto di continuare nella sposa ed alta moda perché la trovo più creativa e poi ne traggo maggiori soddisfazioni, poiché disegno l’abito dei sogni di ogni donna.

Quando ha capito che desiderava diventare stilista?

Sempre a 16 anni, appena l’ho capito ho iniziato a frequentare l’Accademia della moda.

Quando e come è nata la sua carriera di fashion designer?

Nel 1990 aprii il mio primo atelier ed iniziò la mia carriera nell’Alta Moda.

Qualcuno in particolare l’ha incoraggiata o sostenuta lungo tutto il percorso professionale?

Purtroppo non ho avuto santi in paradiso, ho dovuto fare tutto da me…basta avere spirito di sacrificio e prima o poi tutto si realizza.

Con quali parole descriverebbe il tuo brand?

Il mio brand non deve vestire un corpo ma in primis abbellire l’anima.

Quale messaggio desidera dare attraverso le sue creazioni?

Realizzo abiti di art couture con i quali esprimo il mio inconscio, sono le mie denunce sociali, mentre con gli abiti di haute-couture esprimo la voglia di prevalere sugli altri, desidero vestire le donne che vogliono avere Sex Appeal, essere seducenti e desiderate.

Cosa non riesce proprio a sopportare all’interno del fashion system italiano e mondiale?

Spesso la stampa incompetente. Elogiano il niente solo perché qualcuno gli è simpatico, oppure perché devono qualche favore a qualcun altro. Dovrebbero essere più riflessivi, avere il coraggio di dire: mi è antipatico ma è un genio!!!

Un consiglio ai giovani stilisti emergenti?

Spirito di sacrificio, sognare guardando il futuro, studiare il mercato e disegnare cose non viste. Su un campione di 100 giovani stilisti spesso mi capita di vedere in ognuno di essi creazioni scontate, non originali.

Cosa può anticiparci in merito ai suoi progetti lavorativi futuri?

Lo sanno tutti: il pret à porter…ormai lo dico da anni ed ancora non riesco…una mia debolezza.

Come si immagina tra 10 anni?

Sulle passerelle internazionali.

di Davide Napoletano

Segui Gianni Molaro su Facebook clicca sul link

https://www.facebook.com/gianni.molaro.1/

Segui Gianni Molaro su Instagram clicca sul link

https://www.instagram.com/giannimolaro/

Visita www.giannimolaro.it

leave a reply