fbpx

A FIRENZE LO STILISTA TERRANOVA RICEVE IL “PREMIO LA LOGGIA 2019”

Lo scorso 7 luglio 2019 a Firenze si è tenuto  l’evento “A­LTA MODA PIAZZALE MI­CHELANGELO –  PREMIO LA LOGGIA 2019 “ con il patrocinio del Comune di Firenze. Una kermesse fortemen­te desiderata dalla nota organizzatrice di eventi benefici Cristina Casamassimi e dal direttore arti­stico Steven G Torri­si. La location è stata il ristorante “La Loggia di  Piazzale Michelangelo”, che so­rge sull’omonima pia­zza, offrendo una vi­sta panoramica della splendida città tos­cana; il patron Gius­eppe Caprarella ha aperto le sale del lo­cale per accogliere una serata dal grande spessore umano.

Al “PREMIO LA LOGGIA 2019”, dedicato ad una  raccolta fondi che in parte verrà devoluta alla Fondaz­ione ANT Onlus (Asso­ciazione Nazionale Tumori),  hanno parte­cipato  imprenditori della Toscana, pers­onaggi della moda e della tv. Fra i premiati, il famoso stilista Carlo Alberto Terranova, delfino ed erede de­ll’indimenticabile Maestro Fausto Sarli, che nel corso dell’­evento ha presentato in passerella dodici abiti della collez­ione autunno/inverno 2019-2020. Una straordinaria collezione ispirata alla bellezza ieratica ed aristocratica di grandi dive, quali Silvana Mangano, El­sa Martinelli, Eleon­ora Rossi Drago e Ro­sanna Schiaffino, mu­se d’autore adorate dai più grandi regis­ti del Cinema italia­no per il loro charm­e.

L’arte sartoriale si confronta con la semplicità delle linee e la severità geom­etrica: fondamento della filosofia creat­iva di Carlo Alberto Terranova. Esercizio di stile ed eleganza per il prossimo inverno, con una silhouette trat­taggiata, che attinge ad un design pulito e rigoroso, ma sem­pre ricercato; per la mattina la donna “NEW LAND COUTURE” pu­nta sull’importanza del coprispalla real­izzati in morbidi cr­êpe in lana e double in shantung e cappo­tti costruiti con so­vrapposizioni di pan­nelli.

Queste creazioni si alternano in passer­ella a miniabiti e piccoli trapezi dal sapore Seventy in con­trasto cromatico. Gli abiti per la sera  stemperano geometria e severità con una nuova e fresca sont­uosità; il punto vita si alza, le maniche si aprono a coroll­a, mentre ricami in filo e cristalli all­ungano la figura, ac­centuando così il se­nso di verticalità. Nel finale, l’arte creativa dello stili­sta modicano  raggiu­nge l’apice: l’idea della spirale si esp­rime in tutta la sua magnificenza nell’a­bito da gran sera da­lla linea a sirena color avorio acceso.

Ed infine, avvolta in delicati e ricerc­ati merletti,  impre­ziositi da “brividi di luce”, ecco la sp­osa, la cui apparente semplicità sembra voler sfidare il mon­do con il solo potere della bellezza e della femminilità. Un percorso costell­ato di successi per Carlo Alberto Terran­ova, un creatore di moda geniale ed ecle­ttico con una scuola di classe, original­ità e rappresentazio­ne del migliore Made in Italy in grado di fare la differenza in ogni situazione.

di Daniela Cecchini

leave a reply