Ottaviano, è boom di studenti al campus “Li’c’e(r)o” del Liceo “A. Diaz”. Appuntamento al prossimo 12 gennaio 2019 per l’“Open Day”

Il Liceo “A. Diaz”di Ottaviano (NA), mai come quest’anno, ha raggiunto il plus ultra delle soddisfazioni, diventando così un vero e proprio Polo Liceale territoriale di riferimento per l’istruzione e la formazione delle nuove generazioni. La scuola, oltre al tradizionale indirizzo quinquennale Classico, dallo scorso anno scolastico ha arricchito l’offerta formativa con gli indirizzi Scientifico, Linguistico Classico quadriennale con sperimentazione in Biomedicina. Dall’anno accademico 2019-20, il “Diaz” si distinguerà ancora di più sul territorio, con l’aggiunta dell’indirizzo di studi Scienze Umane con opzione giuridico-economico-sociale.

L’Istituto, gli scorsi 17-18 e 21 dicembre pomeriggio, è stato strutturato come un campus, “Li’c’e(r)o”, a cui hanno preso parte molti studenti di alcune scuole medie sia del territorio che dell’area vesuviana: “Beneventano” e “D’Aosta” di Ottaviano, “Mameli” di Piazzolla di Nola, “G. Giusti” di Terzigno, “Scotellaro” di San Gennarello di Ottaviano, “B. Cozzolino” di San Gennaro Vesuviano e “Ten. M. De Rosa” di Sant’Anastasia. È stata scelta, come motto, una citazione del filosofo Rudolf Steiner:<<Il nostro obiettivo? Elaborare una pedagogia che insegna ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita, dalla vita stessa>>.

Gli alunni accorsi, dunque, sono stati prima nell’Aula Magna per l’accoglienza, poi hanno seguito delle lezioni interattive e coinvolgenti nei cinque laboratori, finalizzati per l’innovazione didattica e l’interdisciplinarietà e divisi per ambiti: le lingue e le civiltà classiche (latino, greco e archeologia), le scienze naturali, la matematica e la fisica, le lingue straniere (inglese, spagnolo e matematica) e i percorsi attrezzati in palestra. I ragazzi, a seguire, sono andati nelle aule per testare il proprio livello di preparazione, svolgendo dei test sugli argomenti appresi nei laboratori. Una volta ottenuti i risultati, gli ospitisono stati divisi in otto squadre, che si sono sfidate tra loro e di cui quattro sono risultate vincitrici. Quest’ultime si sono recate, perciò, in Aula Magna per partecipare ad una gara di livello potenziato, da cui ne è uscita la vincitrice assoluta della giornata. Le “perdenti”, invece, hanno giocato ad una partita di minivolley nella palestra.

Le squadre vincitrici dei tre pomeriggi saranno premiate all’“Open Day” di sabato 12 gennaio 2019, che si terrà dalle 15.30 alle 18.00, occasione in cui verrà anche rilasciato un attestato di partecipazione ai membri di tutte le squadre gareggianti. Durante la manifestazione, sarà possibile assistere e partecipare ad attività laboratoriali pluridisciplinari e interdisciplinari, che spazieranno dall’archeoludologia alla filosofia, dalla fisica alle scienze, dal diritto al mondo egizio: gli alunni accolti saranno resi protagonisti in una dimensione immersiva dei percorsi formativi, che possano meglio guidare gli allievi, chiamati a scegliere il nuovo percorso di studio, verso una maggiore consapevolezza delle proprie attitudini e capacità. A conclusione dei laboratori, il Dirigente Scolastico, Dott. Sebastiano Pesce, e i docenti del “Diaz” incontreranno genitori ed alunni per presentare l’innovativa e ricca offerta formativa dell’Istituto. Per maggiori informazioni, andare sul sito https://liceodiazottaviano.it/.

Una massima di Confuciosintetizza lo scopo di “Li’c’e(r)o”, sia nella versione del campus prima che in quella della manifestazione dopo: <<Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco>>.

Clicca sulle immagini per ingrandire

 di Nicola Compagnone

Street News

News da leggere