Manuela Lettieri e il “ Kabaret Dance “!

Il grande desiderio di fare spettacolo dà il via alla sua avventura… Manuela Lettieri!

Come ha inizio il tuo percorso artistico?

Ho cominciato facendo sfilate, poi ho studiato recitazione e dizione, ho fatto per 15 anni la presentatrice, ho scritto canzoni, pian piano sono cresciuta, ed ora eccomi qua con tanta voglia di proseguire.

Tra le varie esperienze c’è la partecipazione al programma “ La sai l’ultima? “…

Ho partecipato per due volte, l’emozione di essere lì è stata molto forte, un’esperienza magnifica, è stato bello raccontare barzellette e far sorridere il pubblico.

Teatro, radio, tv, cinema, se dovessi scegliere per quale opteresti?

Per il cinema, mi piace tanto recitare, sono molto spontanea. Sarò presente con una piccola parte nell’ultimo film di Alvaro Vitali, “ Supposte “, che uscirà dopo Natale, un film comico, davvero divertente.

Quant’è importante il contatto con il pubblico?

E’ fondamentale, tra la gente si vivono sempre sensazioni stupende, inizialmente c’è un po’ di paura ma dopo la prima battuta parte l’applauso e dico: “ E’ fatta! “.

Ed ora il cabaret.

Si, ho realizzato il “ Kabaret Dance “, ho portato delle novità, si tratta di uno spettacolo che unisce il ballo, la musica e il cabaret. E’ composto da quattro elementi: ci sono io, Pulcinella e le “ Lettierine “ , andiamo tra la gente che interagisce con noi, il pubblico è protagonista, una cosa per me molto importante.

C’è un momento che ricordi in maniera particolare?

Si, quando mi sono esibita ad Agrigento quest’estate, c’erano tante persone, il pubblico era molto caloroso, è stato bellissimo.

Cosa fai nel tempo libero?

Faccio sport, mi alleno, vado in palestra, curo tanto la mia persona.

Progetti futuri?

Mi piacerebbe avere altre opportunità nel mondo del cinema, nel frattempo vado avanti con il mio spettacolo e i vari impegni, per tutte le novità ed aggiornamenti ci si può avvalere della mia pagina ufficiale presente su Facebook.

Ballo, musica e cabaret! Quanto basta per far divertire il suo pubblico!

di Margherita Saporito