Claudia Fattorini, intervista esclusiva: “curvy” è il mondo dell’armonia.

Chi l’ha detto che magro è sinonimo di bello?

La rivoluzione dell’universo “curvy” nel mondo della moda, dello spettacolo, dell’arte, ha iniziato, già da qualche anno, a prendere notevolmente piede e l’era degli steriotipi filiformi sembra essere quasi del tutto tramontata. La dittatura delle taglie “grissino” sta cedendo sempre più il passo alla libertà di sentirsi a proprio agio a prescindere dalle rotondità più o meno accentuate del proprio corpo.

Proporzione: è questa la parola chiave per esprimere al meglio la bellezza umana. Un corpo sinuoso, con tutte le misure e le curve al posto giusto, risulta interessante qualsiasi sia la taglia che si porti o la corporatura che si abbia. Nel corso della storia l’ideale del fascino femminile è sempre stato il riflesso delle trasformazioni della società, lo specchio delle diverse situazioni culturali ed economiche delle varie epoche. Probabilmente siamo entrati in una nuova epoca.

 

Avere una taglia che non rispecchia esattamente quei canoni fortemente imposti dalla società non significa necessariamente essere grassi ma felici di quello che si è e, soprattutto, accettare il proprio corpo con tutte le rotondità del caso. Le donne dalle forme generose rappresentano l’armonia, la morbidezza delle linee e, spesso, sono dotate di incantevole eleganza, gusto e autoironia.

Secondo recenti studi compiuti da un’importante università statunitense, inoltre, otto uomini su dieci ammettono di trovare molto più intrigante una donna formosa rispetto ad una “pelle e ossa”.

 

Abbiamo il piacere e l’onore di parlare di bellezza “curvy” con Claudia Fattorini, giovanissima modella “cosplayer” e “curvy”, e ragazza che rappresenta tutte coloro che non ricercano, pur lavorando nel mondo dello spettacolo e della moda, la “magrezza” estrema. Già da qualche tempo Claudia prende parte come “cosplayer” a numerosi festival italiani, partecipando a selezioni nazionali che spera possano aprirle la strada del successo ed è una modella “curvy” di fascino e talento. Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Claudia, cerchiamo di spiegare brevemente che cosa significa essere una modella “curvy”?

“Essere una modella “curvy” significa essere una modella “taglie forti”, una modella che fa delle sue curve un grande punto di forza, indispensabile per misurarsi con più grinta con il concetto di moda comunemente inteso. Per questo la modella “curvy”, prima di tutto, deve avere personalità”.

 

Sono tante le donne “curvy” che si mostrano al pubblico e dicono “mi piaccio così e mi sento bella così”. Cosa ne pensi?

“Penso che la bellezza non sia una semplice questione di misure o di taglie. Quando ti senti bella anche gli altri ti vedono bella. Sono fermamente convinta di questa cosa: noi trasmettiamo agli altri la nostra immagine sia esteriore che interiore, quindi se non ti senti bella o non ti senti sicura, gli altri lo percepiscono”.

 

E, a questo proposito, secondo te una donna che vuole stare bene con il suo corpo, a prescindere dalle sue forme, su cosa dovrebbe concentrarsi? Quali interessi dovrebbe coltivare?

“Secondo me, una donna a proprio agio con se stessa è solare, è disinvolta. Credo che niente aiuti ad affrontare la vita più dell’ottimismo e dell’autoironia. E la disinvoltura, da coltivare e sviluppare nel giusto modo, aiuta a trovare il proprio spazio e a viverlo senza sentire il peso delle aspettative e dei giudizi di chi ti sta intorno”.

 

Quale consiglio daresti ad un’adolescente circa l’accettazione del proprio corpo?

“Le direi trovare quegli aspetti di lei che la rendono unica, di sviluppare la sua personalità e di ricercare il giusto equilibrio interiore perché questi saranno i suoi punti forti per sempre, le sue vere carte vincenti”.

 

Hai partecipato a molte iniziative e shooting importanti. Quali ricordi con piacere?

“In generale li ricordo quasi tutti con piacere. Quando si comincia un progetto è sempre una nuova ed emozionante avventura. Sono molto legata al progetto “Perle di Partenope”, un’iniziativa “curvy” finalizzata ad associare alle bellezze paesaggistiche di Napoli, la mia città, prosperosi fisici femminili, simboli del Mediterraneo”.

 

Cosa piace di più di te?

“Essendo molto vanitosa non posso non ammettere di piacermi molto fisicamente. Volendo lasciare la parola ai miei conoscenti (così come ai miei fan) che spendono sempre belle parole sul mio conto e sul mio aspetto, sono anche apprezzata per la grande solarità”.

 

Quali progetti desideri realizzare?

“Innanzitutto continuare su questa strada. Mi piacerebbe molto realizzare progetti importanti nell’ambito della moda, da sempre una mia grande passione”.

 

Claudia Fattorini – Pagina artistica:

https://www.facebook.com/ClaudiaFattoriniCurvy/

 

di Dario Cecconi