Boldi e De Sica ritornano Amici come prima

Ma l’era dei cinepanettoni è ormai in forte declino

Amici come prima

 

Voto

Scheda del film
Genere Commedia – Italia, 2018, durata 85 minuti.
Regia di Christian De Sica con Massimo Boldi, Christian De Sica, Regina Orioli, Maurizio Casagrande, Francesco Bruni.
Consigliato:
 Cesare (Christian De Sica) è il direttore di un lussuoso albergo della catena appartenente a Massimo Colombo (Massimo Boldi) e gestito dall’avida figlia Antonella. Come si sa, il mondo dell’impresa è fatto di occasioni e opportunità; a seguito di un acquisto di quote societarie straniere, Antonella decide di fare dei tagli e rimodulazione del personale. Viene colpito anche Cesare; egli, per nascondere il licenziamento a Carla, la moglie viziata (Lunetta Savino), e al figlio Matteo, aspirante rapper, deve inventarsi qualcosa per continuare a portare lo stipendio a casa. Intanto il presidente Colombo, che invece di interessarsi dell’albergo ama spassarsela con le donne di buona compagnia, è alla ricerca di una badante. Quindi Cesare, grazie all’implicito suggerimento del collega Marco (Maurizio Casagrande), decide di candidarsi come badante mettendo in scena un completo travestimento femminile e diventare, così, Lisa. Il legame tra Lisa (Cesare versione donna) e Massimo Colombo diventa giorno dopo giorno più forte e complice. Purtroppo però, durante la festa di compleanno del presidente, per Cesare qualcosa non va nel verso giusto.
Amici come prima è diretto stesso da De Sica che in questo lavoro riveste triplice ruolo: regista, sceneggiatore e attore. Si tratta di un tentativo di (ri)unione della coppia storica De Sica-Boldi. Il film presenta essenzialmente due richiami cinematografici. Il primo, di carattere generale, è il legame con Mrs. Doubtfire (con Robin Williams); infatti, come lo fu per Williams, anche in questo film, nella sua quasi interezza, osserviamo un continuo scambio di personalità uomo-donna per De Sica. Il secondo richiamo invece è dettagliato nella scena sul traghetto; Silvia (De Sica versione donna) è Winslet e Boldi è DiCaprio nell’abbraccio sulla prua della nave in Titanic.
Per il resto il film è deludente. Meno comico dei precedenti sebbene ci sia (finalmente) meno volgarità sia verbale che fisica. Boldi sempre insignificante e stupido e De Sica spento, più statico e meno propositivo. Coinvolta anche Lunetta Savino che in questo cast sembra essere fuori luogo.
Tecnicamente non c’è nulla da osservare se non la scena finale del film in cui emerge il meta-cinema; la macchina da presa gradualmente esce dalla scena del film e abbraccia gli operatori, gli strumenti e tutto l’ambiente del set cinematografico, effettuando una carrellata all’indietro.
di Alessandro Testa

leave a reply